"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

La propaganda sionista assimila Obama a Hitler

Passando nel sito di Philip Weiss, ho trovato questo ritratto di Obama in Hitler che brandisce con orgoglio uno stendardo con la croce gammata. Se il taglio dei capelli di Obama si avvicina a quella di Adolf Hitler, il disegnatore non è andato fino a disegnare dei baffi o gli occhi blu (ma il capo nazista non aveva gli occhi blu, perciò va bene). In fondo, si distingue una massa costituita di soldati in uniforme. Su nel cielo, una specie di rapace, forse un'aquila o un avvoltoio. Si tratta in realtà di una variazione su ciò che sembra essere un manifesto di propaganda nazista (da confermare).
La fotografia viene da uno blog di coloni americani che sono andati ad aggiungersi agli altri della Palestina. Il meno che si possa dire è che sembrano conoscere bene la simbologia nazista. Il ritratto di Obama in dittatore nazista illustra la presa di posizione di questi sionisti rispetto all'elezione americana. Per loro, come si può leggerlo nel loro piccolo testo, l'elezione non riguarda le questioni economiche ad esempio. Il solo argomento che li interessa è il rischio d'olocausto nucleare in caso di vittoria elettorale del candidato democratico. Tuttavia non è Obama che è supposto iniziare quest'olocausto nucleare, ma piuttosto, se si tiene conto della propaganda sionista, il sig. Ahmadinedjad.
Olocausto che, incidentalmente, riguarderebbe soltanto gli ebrei della cerchia sionista, poiché non dimentichiamo che il sionismo é un marchio depositato.

s
Sotto il testo che accompagna il ritratto di Obama in Hitler:
“Dall'epoca di Hitler, la civilizzazione non è mai stata così vicino ad una catastrofe totale. Quest'elezione americana deciderà se la civilizzazione così come la conosciamo sopravvivrà. Anche se le questioni economiche occupano tutto lo spazio, la responsabilità essendo globale, quest'elezione non riguarda prioritariamente lo spirito d'impresa, o le persone che vivono sopra i loro mezzi, né l'nsufficienza della regolazione governativa dell'economia. Non riguarda neppure il fatto di sapere se dobbiamo andare in Iraq, che ci piaccia o no, le forze americane sul campo hanno iniziato a creare una democrazia emergente. L'oggetto di quest'elezione è la possibilità di un olocausto nucleare„.

Traduzione di giuditta:http://tuttouno.blogspot.com/

0 commenti:

Archivio blog