"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Sicurezza europea: Mendvedev insiste sull'elaborazione di un nuovo trattato.

MADRID, 3 marzo - Dal corrispondente di RIA Novosti.
Link originale QUI

traduzione di Giuditta

Il presidente russo Dmitry Medvedev ha insistito ancora una volta martedì a Madrid sulla necessità di elaborare e adottare un nuovo trattato europeo di sicurezza, ritenendo che non ci fosse un'altra alternativa, nelle attuali condizioni.
"Non ci sono, secondo me, alternative a tale trattato, se si considera la sicurezza in Europa come un concetto indivisibile, libero da qualsiasi blocco", ha detto il capo della Stato russo durante una conferenza stampa a conclusione dei negoziati tra la Russia e la Spagna.

Medvedev ha ancora una volta invitato i paesi membri dell'Unione europea (UE) a collaborare con la Russia per sviluppare un tale documento, aggiungendo che tale lavoro era già condotto, sia a livello dei capi di Stato a livello dei ministeri interessati.

Il presidente Medvedev ha formulato nel mese di giugno 2008 a Berlino, l'idea di un trattato di sicurezza in Europa i cui pilastri sono il rispetto per la sovranità e l'integrità territoriale degli Stati, il non ricorso della forza armata, il controllo degli armamenti e il principio secondo il quale nessuna organizzazione internazionale ha il diritto esclusivo di garantire la sicurezza in Europa.

0 commenti:

Archivio blog