"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Deputato al Parlamento europeo? Un lavoro che vale dell'oro!

EURODEPUTE? Un "Job" en Or!!!

Traduzione di Giuditta

Dal 4 al 7 giugno 375 milioni di elettori per il nuovo Parlamento Europeo!
Ufficialmente, la sede si trova a Strasburgo, ma è a Bruxelles che i membri esercitano il loro potere...
Vi sono 22 commissioni parlamentari, le più importanti delle quali sono la commissione economica e monetaria, l'industria e il commercio estero, la ricerca e l'energia.
Sono i tedeschi, inglesi e spagnoli che occupano in priorità queste commissioni, in cui le poste in gioco sono decisive...

Ovviamente, i francesi hanno preferito occupare il "Ministero" della "parola"!

Essi sono numerosi nelle "sub-commissioni", come la Cultura, la Gioventù, l'Istruzione, i Media e lo Sport, senza dimenticare il Turismo!
Lascio ai miei colleghi (giornalisti) più coinvolti nella politica europea il compito di sviluppare il ruolo della Francia, nelle elezioni europee.


Ma un articolo della rivista Valeurs Actuelles, mi ha fatto fare un balzo:
I deputati non conoscono la crisi:
La retribuzione di un deputato oscilla tra 5 700 e 6 500 euro!
Ma non è tutto:
Bisogna sapere che per ogni giorno di permanenza a Bruxelles ricevono 300 euro in più , per coprire le spese per pasti e albergo.
E' sufficiente che l'euro deputato firmi il foglio di presenza, per beneficiarne, senza essere obbligato ad assistere alla seduta...

Essi beneficiano inoltre di 3000 euro mensili, le cosiddette "spese di segreteria" per pagare: i loro messaggi, per posta o fax!
Questi funzionari riescono facilmente a raddoppiare i loro stipendi passando tre giorni per settimana al Parlamento.

A partire dei 60 anni ricevono una pensione supplementare di 1500 euro al mese, fino alla fine dei loro giorni, se eletti per un solo mandato, ma se sono rieletti, e accumulato per nove anni, la somma ammonta a 2 500 euro!
E i 4 miliardi di euro spesi per promuovere la "Cultura Europea" (più che il bilancio della pubblicità della Coca-Cola!)

Una giovane studentessa tirocinante, ha dichiarato:

"Quando sono arrivata, ho avuto il sentimento che i deputati vivono nella loro campana di cristallo, al riparo da ogni preoccupazione che inquina il pianeta, lontanissimi dalla crisi finanziaria, praticamente tagliati fuori dal mondo"

Ma li coccolano i nostri deputati! non dovete credere che la loro vita quotidiana sia solo fatta di infinite discussioni sul futuro dei 27 paesi della coesione!
Alcuni esempi:
Sapete che essi hanno a disposizione un centro sportivo completo nel sottosuolo del Parlamento, ma che mancava un luogo di relax?
Ebbene, il 16 febbraio scorso l'ufficio del Parlamento ha deciso di costruire una piscina, il tutto per 10 milioni di euro.
Un lussuoso salone di parrucchiere, solo per loro, sette giorni alla settimana, è sempre pieno, e chi attende sfoglia i giornali scandalistici...
Altri "piccoli servizi gratuiti" sono in attesa dei nostri "felici Euro deputati", non mi soffermo, ma voglio parlarvi del servizio di "driver"!

Nel parking nel sottosuolo, decine di auto aspettano.

Quando un deputato arriva è immediatamente preso a carico di un conducente che lo porta dove vuole, ovviamente senza dover pagare "un centesimo".

Un altro "piccolo servizio" quotidiano:
Ogni giorno dalle 18.30 nel grande corridoio centrale, dei camerieri in uniforme silenziosamente installano dei tavoli, ricoperti con tovaglie bianche! Poi arrivano coppe di champagne, secchi per il ghiaccio e i vassoi di rustici!
Ogni giorno, un deputato, organizza un cocktail per la mostra di un pittore della sua regione, un po' più avanti, un altro celebra l'uscita di un libro ...

I ricevimenti si susseguono nei corridoi a partire delle 19.

Un funzionario si confida:
"Qui si può mangiare in qualsiasi momento. Basta fermarsi per essere servito.
La serata uscendo dal proprio ufficio, è possibile farsi sempre offrire una coppa o due (di champagne)! "

Allora, se pensiamo che alcune (persone) fanno una "smorfia", perché li inviano a Bruxelles a nome del proprio paese, ammettete che non vanno in un carcere ....
Mi gioco la mia mano che voi non amereste fare un lavoro simile...

"Il futuro, come l'ha detto un poeta, non appartiene a nessuno, e soprattutto non agli eletti i cui mandati durano meno tempo che il problema degli elettori" Philippe Bouvard!

0 commenti:

Archivio blog