"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Rivolta contro Obama: il ritorno della Boston Tea Party.


Traduzione di Giuditta.

Un post che può spiegare l'esasperazione attuale:
“Il programma di Hitler resuscitato dall'amministrazione Obama"


La riforma della salute di Obama è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Dettata dalla cricca di economisti comportamentali nazisti che consigliano il presidente americano, essa mira a mettere la salute del cittadino sotto la dittatura di un comitato di esperti (Independant Medicare Advisory Commission o IMAC) incaricato della gestione, per ridurne i costi, del razionamento delle cure.
Già colpito dalla sfratto dalla propria casa e minacciato dalla disoccupazione, che è esplosa, il cittadino americano intuisce che questa riforma è un'altra delle minacce letali, per la sua vita e la sua salute.
Obama, pensano, è un pericolo e i membri del Congresso che lo hanno spintonato non sono che dei vili.

Di conseguenza, fin dall'inizio del mese di agosto, migliaia di cittadini americani accorrono in massa alle
«town hall meetings» (riunioni municipali), le riunioni informali tenute durante il periodo estivo in ogni distretto tra funzionari eletti e i loro elettori. Animati da una "rabbia razionale", questi cittadini interpellano violentemente gli eletti, sia democratici, repubblicani o indipendenti, nuovi e vecchi, sul diritto alla salute per tutti e in particolare la propria.

Sopraffatti da questa contestazione, che Lyndon LaRouche ritiene inarrestabile e simile al processo di "sciopero di massa" o nuovo "Pearl Harbor", i democratici, che sanno molto bene che sono contestati dai propri ranghi, cercando invano di far finta che si tratti solo di una contestazione organizzata da qualche isolata testa calda dell'ultra-destra, che si diverte a sabotare in modo sistematico e per mezzo di messe in scena, tutti gli "onesti" dibattiti.

Questa è stata la spiegazione, un po' leggera, presentata sulla rete televisiva CNN, del capo della frazione democratica al senato Dick Durbin, durante il programma State of the Union, parlando di uan"opposizione orchestrata".

John King, il conduttore del programma, ha brutalmente sfatato questa interpretazione dei fatti. King non ha esitato a interrompere il senatore nel bel mezzo di una frase, dicendo: "Vorrei chiederle qualcosa, mi permetta di interromperla: Senatore, cosa c'è di male? Questo paese è stato fondato in seguito a una serie di eventi, tra cui il Boston Tea Party (1) che si è svolto nella mia città natale, dove la gente si era organizzata e ha seguito un piano predeterminato. Avevano programmato di andare in un luogo specifico e di seminare il caos (raise hell). Cosa c'è di male? "

Nota: (1) La Boston Tea Party è stata una rivolta politica a Boston, la capitale della Colonia della baia del Massachusetts, contro il Parlamento britannico nel 1773. Contestando una tassa ingiusta contro le colonie americane, sessanta Bostoniani si arrampicarono, travestiti da ameri-indiani, su tre navi britanniche e gettarono 45 tonnellate di te in mare.

Dichiarazione di Lyndon LaRouche sullo sciopero di massa negli Stati Uniti
11 agosto 2009

Ieri, Lyndon LaRouche ha rilasciato la seguente dichiarazione sulla situazione della quasi-insurrezionale negli Stati Uniti:

"Quello che è appena accaduto qui, il week-end scorso, ha ricordato agli storici i mesi di giugno e luglio del 1789 della Rivoluzione Francese. E 'stato il momento in cui il re e la regina, sottraendosi alle loro responsabilità, avevano fatto appello agli eserciti stranieri per assediare Parigi. Allo stesso tempo, il Duca d'Orleans organizzava la Presa della Bastiglia. Così, durante questo periodo, nessuno dei responsabili, né re, né il Parlamento e alcun altro potere, aveva le redini.

La situazione di questo fine settimana, da Venerdì, è stata la stessa. Ci troviamo in una situazione in cui il presidente degli Stati Uniti è fuggito prima di qualsiasi confronto diretto con il popolo americano. I membri del Congresso essenzialmente si trovano nello stesso tipo di situazione d'incompetenza. In altre parole, ci troviamo in una situazione in cui il potere di governo - la capacità di governare - degli Stati Uniti è stato distrutta dall'azione di questo presidente e dei suoi gonzi in seno al Congresso.

Se questo non vi fa paura, in voi c'è qualcosa che non va! E in questo periodo, il mio dovere, è di agire in funzione di questa situazione. Devo esprimere un senso di leadership e di direzione, per ispirare la nazione, perché so che l'istituzione presidenziale non funziona come dovrebbe; e anche il Congresso. Si pone quindi la questione: chi funziona?

Si tratta di una crisi, simile alla Rivoluzione Francese, in cui il vuoto politico creato dalla mancanza di competenza del potere esecutivo - un esecutivo che non genera che il panico e la stupidità! - e anche per la mancanza di competenza di altri membri del governo, può portare a conseguenze più tragiche. "

Video (in inglese):

dichiarazione di Lyndon LaRouche sullo sciopero di massa negli Stati Uniti

Articolo (in francese):

Nel bene e nel male: situazione rivoluzionaria negli Stati Uniti (continuazione e nessuna fine).

0 commenti:

Archivio blog