"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Il Premio Orwel della Pace


Titolo originale: The Orwell Peace Prize
di Martha Rose Crow SOTT.net
traduzione di Giuditta

Subito dopo Natale, mio nipote ripartirà per un'altra missione in Afghanistan. Il cuore di mia sorella e il mio cuore sono in mille pezzi. Questa volta probabilmente tornerà in una cassa coperta da una bandiera.
Ma per molti versi, è già morto. La sua droga è l'auto-distruzione, come lo è per i molti soldati che sono tornati dal Medio Oriente.
Mia sorella mi ha detto che numerosissime volte ha minacciato di suicidarsi, e lei ha dovuto nasconder le armi da fuoco.

Quando ero bambina ero molto idealista. Volevo attraversare il canale della Manica a nuoto.
Volevo vivere una vita eccezionale.
Volevo laurearmi e fare un lavoro per migliorare la vita degli altri.
Volevo essere un mediatore e ricever il Premio Nobel.

All'epoca non sapevo nulla del denaro sporco di tali Premi; né che provengono dai guadagni del traffico di armi e che la maggior parte della dotazione è stata investita in altri strumenti di guerra e/o d'oppressione, come il capitalismo, che ha devastato il mondo, per delle risorse naturali a buon mercato e per il lavoro umano a basso costo.

Ci ho messo del tempo, ma ho imparato che le élite premiano la "leadership" della politica della "pace" e/o utilizzano il candidato come propaganda per l'élite.
Troppi fra i veri mediatori non sono mai stati premiati per il loro lavoro e invece troppi capi di Stato lo sono stati.

George Orwell, 1984, "La guerra è pace'" e "La pace è la guerra".

Il libro di Orwell descrive un mondo psicopatico dove la realtà è l'opposto di ciò che realmente è.
In Oceania, dove si svolge il racconto, le Menzogne regnano: esse diventano la Verità. Tutto è costruito sulle menzogne del "partito" della classe dirigente.

Quando ho saputo che Obama ha "vinto" il premio Nobel, sono quasi caduta dalla sedia.
Obama è il presidente che per nove mesi non ha fatto nulla per fermare una sola delle guerre degli Stati Uniti.
Al contrario, egli ha intensificato la guerra in Afghanistan e l'ha estesa al Pakistan.

Obama vuole inviare 40 mila soldati di più in Afghanistan; e la guerra in Iraq continuerà ancora.
Inoltre, la guerra opaca, e impossibile da vincere, contro il '"terrorismo" persiste, mentre la definizione di "terrorista" continua a espandersi per includere chiunque si opponga alla tirannia e alla guerra.

E la tortura? Obama non ha fatto nulla per impedirla.
Lo status quo di questo carosello di violenza e la violenza delle menzogne continua ancora e ancora.
Invece della pace, Obama avrebbe dovuto vincere il Premio Nobel dell'Economia perché ci sono più persone disoccupate adesso di quante ce ne fossero quando è stato eletto.
L'ipocrisia è così grande!

Allora, cosa significa tutto questo?

Un gruppo di cinque élite hanno scelto Obama per diffondere menzogne e inganni, per vendere un mondo Orwelliano in cui le persone sono programmate a credere che un guerrafondaio, un falso messia della pace, è un pacificatore ideale mentre in realtà non lo è per niente.

E la nomina di Obama nel mondo schifoso del Premio Orwell per la Pace è in buona compagnia.
Anche se non hanno vinto, Adolf Hitler, Benito Mussolini e di Joseph Stalin sono stati nominati.
La storia ha dimostrato che tipo di "mediatori" erano e la storia dimostrerà che Obama è della stessa risma.

La gente non è stupida.

Sanno che Obama non ha mantenuto la sua promessa di porre fine alla guerra e di promuovere la pace.

Sanno che è controllato da un complesso militare-industriale estremamente ricco e potente che può perdere enormi profitti se Obama volesse veramente la pace.

Questa è la terza missione di mio nipote nell'esercito.
Per un anno (se resterà ancora in vita per tutto questo tempo), vivremo nell'angoscia.
Ogni giorno, ci auguriamo che nessun soldato ben vestito bussi alla nostra porta per portarci cattive notizie.
Ogni giorno sentiamo di nuove vittime della guerra e temiamo che sarà uno di loro. Vivremo in un inferno limbico e aspetteremo.
Nel frattempo, Obama intensificherà la guerra, continuerà a appoggiare le guerre illegali di Israele, mentre indossa la corona ufficiale del Nobel di uno nuovo "Principe della Pace".

0 commenti:

Archivio blog