"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Obama. Creazione del Marketing Corporativo e tecniche ipnotiche.




L'articolo che segue è una traduzione di un importante trattato sull’utilizzo di tecniche di ipnosi durante i discorsi di Obama. Data la lunghezza del pezzo (67 pagine) sarà necessariamente un riassunto, che vuole cercare di essere comunque esaustivo.

Basi dell’ipnosi.

Nei discorsi di Barack Obama sono contenute tecniche di ipnosi di Milton Erickson, il quale sviluppò una forma di conversazione ipnotica che poteva essere inserita nei normali discorsi ed utilizzata con i pazienti senza che questi ne sapessero nulla.
Queste tecniche all’interno dei discorsi di Obama rimangono nascoste fino a che non viene dato alla gente il modo di riconoscerle, spiegando di che si tratta. Qui non stiamo parlando di messaggi subliminali, ma di vera e propria ipnosi atta ad abbassare le difese razionali del cervello ed arrivare a modificare le nostre convinzioni al nucleo più profondo, senza darci la possibilità di ragionare e senza che nemmeno ce ne accorgiamo.

Obiezioni possibili:

1) L’ipnosi non esiste, o su di me non fa alcun effetto.

Gli stati di trance avvengono tutti i giorni e più volte al giorno, per esempio al volante, ascoltando musica o guardando un film alla televisione. In quei momenti le difese razionali sono abbassate.

2) Obama non usa l’ipnosi di massa intenzionalmente.

In questo libro (nota: testo completo dell’autore) compaiono troppi esempi coincidenti con gli insegnamenti di Erickson, e questo non può essere mera coincidenza.

3) La popolarità di Obama non è attribuibile all’ipnosi.

Le persone giovani e le più istruite hanno minore resistenza all’ipnosi per ragioni scientifiche che saranno spiegate. E la grande popolarità di Obama non ha ragioni rispetto al contenuto dei suoi discorsi. Da un punto di vista puramente razionale, la sua salita di popolarità non è spiegabile.

4) Non c’è nulla di non-etico nell’uso dell’ipnosi da parte di Obama.

Queste tecniche sono la comunicazione più subdola ed ingannevole mai conosciuta dall’uomo. Girano attorno alle tue difese razionali e vanno a colpire la parte più interna della tua mente. Genera emozioni e le trasferisce su di sé. Inganna milioni di persone e sotto i loro occhi.

Bisogna capire le basi della Ipnosi Ericksoniana per capire cosa stia facendo Obama.

Qui non si parla di ipnosi col paziente addormentato, che esegue istruzioni e che cammina in avanti con le braccia tese. Obama usa tecniche prese da manuali medici. Sono tecniche che lavorano a livello inconscio, studiate per funzionare anche su un pubblico televisivo.

Spiegare l’incredibile seguito di Obama con la sua grande abilità di oratore sarebbe troppo limitativo, non sarebbe per questo il più grande oratore di una generazione, non per questo sarebbe ‘inviato da Dio’ (come afferma molta gente).

Molte persone cadono in trance in molti momenti delle loro vite. E’ un fatto comune, della vita di tutti i giorni. Succede in quei momenti in cui vi ‘distraete’ per un attimo, come quando ascoltate delle canzoni, guardate un film, guidate l’auto o siete in ascensore. In quel momento si abbassa, del tutto involontariamente, la parte razionale del cervello, quella che ci fa ragionare. Questo succede, ad esempio, quando si ride per un film comico o quando si piange per un film triste.

Due definizioni di "Ipnosi":

1) Un particolare stato di iper-suggestionabilità portato in un individuo da uno stato di rilassamento, indirizzamento dell’attenzione e suggestione.

2) Lo scavalcamento del ‘fattore critico’ e la definizione di un pensiero selettivo.

(Per ‘fattore critico’ si intende la capacità di ragionare sulle questioni e sull’accettarle o meno, a proprio giudizio).

Una tecnica per scavalcare la capacità di giudizio delle persone è qualcosa di pericoloso, è capace di rendere l’ascoltatore simile ad un computer che accetta di tutto.

La tecnica di Erickson si divide in tre dimensioni separate:

1) Accompagnare e distrarre l’emisfero cerebrale dominante (linguaggio).

2) Utilizzo dell’emisfero dominante, tramite processi linguistici che passano al di sotto del livello cosciente.

3) Accesso all’emisfero non-dominante.

Il processo di scissione della capacità di giudizio, uno stato mentale alterato e iper-suggestionabile, l’essere focalizzati su determinati argomenti, intervengono in questo stato di ipnosi, che avviene anche di fronte ad un grande oratore.

Il Dr. Milton Erickson è conosciuto come il padre della moderna psicanalisi e come il padre dei metodi di ipnosi.

Da giovane, durante la pratica da terapista, scoprì di poter inserire una terapia ipnotica all’interno di una normale conversazione, senza che il suo interlocutore nemmeno se ne accorgesse. Realizzò così che la mente subcosciente resta sempre all’ascolto, e studiò come scavalcare le difese della mente cosciente. Il tutto durante una normale conversazione.

L’intero campo della ‘conversazione ipnotica ’ è basato sugli studi di Erickson, ed è usato solo da ipnotismi e psichiatri. E’ impossibile da scovare, a meno di sapere dove e cosa osservare. purtroppo, tali tecniche sono usate anche per sedurre donne.

Queste tecniche, ripetiamo, sono basate sullo scavalcare le difese e il ragionamento del cervello.

Le suggestioni subcoscienti possono essere molto potenti, perché attaccano la parte indifesa del cervello. La conversazione ipnotica è più pericolosa di quella di tipo normale, perché è inserita nei discorsi e l’interlocutore che la sta subendo non lo sa minimamente.

Il fattore critico è quella mente che ascolta e giudica le informazioni ricevute, che ci permette di scegliere cosa pensare e cosa no, e decide cosa passa a far parte del subconscio, la zona delle emozioni e degli istinti. Questo filtro è presente in ogni persona.

Il subconscio è come un computer: se al subconscio ordini di credersi un pollo, bé, la persona si crederà un pollo. Il fattore critico impedisce questo, impedisce alla persona di credersi un pollo. E’ un po’ come una ‘guardia del corpo’ per il cervello.

L’ipnosi utilizza vari espedienti (modulazione della voce, aggiustamenti visivi, gesti, linguaggio del corpo, pause) per scavalcare il fattore critico ed instillare messaggi o comandi nella mente subcosciente. Un esempio di questo è il fatto che un buon numero di fumatori abbia smesso di fumare con l’ipnosi, dovuto allo scavalcamento del loro fattore critico.

Il fattore critico ci impedisce di crederci polli. Come fa allora un ipnotizzatore a convincere una persona di essere un pollo? L’ipnotizzatore conosce come scavalcare il fattore critico ed impiantare i giusti comandi nella mente subcosciente, e far sì che la mente subcosciente accetti tali comandi come assolutamente giusti e veri.

Fino a qui abbiamo spiegato cosa sia la conversazione ipnotica in ambito psichiatrico. Nelle prossime parti osserveremo come Obama la utilizzi nelle conferenze pubbliche e televisive, per portare il pubblico a pensarla esattamente in un certo modo scavalcando la capacità critica di ciascuno di loro.

Cosa sta facendo attualmente Obama.
Ciò che fa Obama va oltre il semplice inganno.

Se un politico venisse scoperto ad usare simili tecniche, la sua carriera terminerebbe all’istante. Qui abbiamo un Presidente che continua a farne uso, ingannando migliaia di persone senza che nemmeno se ne rendano conto, forse la più grande frode della storia Americana.

Molto di ciò in cui crediamo proviene dall’analisi cosciente del mondo attorno a noi. Per esempio, sappiamo che è cosa buona svegliarsi al mattino ed avere qualcosa da fare perché conosciamo razionalmente le conseguenze dello stare a letto tutto il giorno. Quando amiamo le persone, solitamente è una combinazione di giudizio razionale e di ciò che sentiamo verso di loro. Cerchiamo di piacere agli altri rispettandoli, con la gentilezza, e seguendo le leggi.

Esiste però una piccola percentuale di persone che studia come manipolare ciò che proviamo verso di loro. Studiano come scavalcare il giudizio razionale e i naturali sentimenti di attrazione, attraverso la manipolazione psichiatrica delle interazioni personali.

Obama è un esperto di queste tecniche di manipolazione. Non ti porta a credere a ciò che ti dice dopo averti lasciato la possibilità di pensarci su, ma ordina direttamente al tuo subconscio ‘tu credi’ in un modo che viene semplicemente accettato. Sa come dire al tuo subconscio di ‘scegliere’ (ovviamente lui) in un modo che ti faccia pensare che tu abbia scelto. Sa come evocare emozioni e trasportarle su di sé in modo subcosciente, attraverso l’uso dei tempi giusti e della ritmica nel parlato, con gestualità e significati nascosti all’interno del discorso. Conosce come impiantare pensieri ed emozioni nel subconscio della gente. La gente pensa che questi pensieri siano propri. Tutto porta a questo. Al pensare che la decisione di sostenere Obama sia spontanea.


Quello che fa Obama è paragonabile ad un ipnotizzatore che vi fa oscillare un orologio davanti agli occhi e che vi dice: “Ti senti rilassato… stai andando in trance… hai un bisogno impellente… votare per Barack”. Obama lo fa con le sue labbra.


Ipnotizzare qualcuno senza che questi lo sappia è una cosa altamente immorale. Se Obama fosse un semplice mentitore noi useremmo il razionale giudizio per distinguere cosa credere da cosa non credere. Lui prende decisioni e annichilisce la nostra capacità di accorgerci di quest’ipnosi.

La passione che le persone provano per Obama è reale. E’ reale perché viene da dentro. Il problema è che resta sempre e comunque positivo anche se Obama cambiasse pensiero ogni giorno. E’ un’ammirazione senza giudizio.

Tutto questo può sembrare fantascienza, ma non lo è. Qualcuno che non conosciamo a fondo, supportato da persone che non vediamo, usa l’ipnosi per convincerci a votarlo.

Studio degli effetti dell’ipnosi di massa.

Psicologi ed esperti affermano che la conversazione ipnotica sia una forma di controllo mentale. Un autore sostiene che la conversazione ipnotica permetta di ottenere il controllo mentale attraverso la parola e di dirigere gli ascoltatori nei pensieri e nelle azioni. Sostiene ancora che la lingua inglese possiede particolari interruttori nella parola e nei toni che aiutano ad entrare nello stato di trance.

L’ipnosi può essere utilizzata nelle note a piè di pagina in un testo. L’ipnosi può essere utilizzata per convincerti a rubare in negozio, come riportato da documentari della MSNBC e della BBC.

Esiste un libro sullo studio dell’ipnosi di massa, chiamato ‘Stupro della mente’, scritto da Joost Meerloo, professore di Psichiatria della Columbia University. Una parte di questo libro racconta dell’utilizzo dell’ipnosi per forzare le vittime a commettere crimini, basandosi sulle loro debolezze. Molti psicologi continuano a negare che sia possibile forzare le persone a commettere atti contrari alla propria volontà sotto ipnosi, ma questi non considerano il grado di dipendenza creato dall’ipnotizzatore e la frequenza delle suggestioni ipnotiche.

Vengono considerate le forme di ipnosi utilizzate durante la Seconda Guerra Mondiale, dai Nazisti ai Sovietici. Qui l’ipnosi non è utilizzata come cura,ma come principio dei terrori. Le dimostrazioni pubbliche di ipnosi di massa possono creare dipendenza e suggestionabilità in chi vi partecipa, e questo può durare anni. Per questo motivo queste dimostrazioni sono state bandite in alcuni Paesi. L’ipnosi di massa tende a far allontanare l’individuo dalla propria coscienza portandolo ad affidarla all’ipnotizzatore ed aumentando così la propria dipendenza dallo stesso. Qualcosa di simile all’esperimento del cane di Pavlov.

Illegalità dell’uso dell’ipnosi da parte di Obama.

La Corte Suprema ha affermato che l’uso incondizionato dell’ipnosi lede i diritti fondamentali della persona. Esistono casi di ipnotizzatori che hanno portato criminali a confessare quando non vi erano riusciti gli interrogatori. Questa pratica non è stata permessa. L’ipnosi su persone non consenzienti dovrebbe costituire frode o comunque violazione a seconda della giurisdizione di appartenenza. Uno degli esempi di frode è convincere una persona per farsi consegnare i dati del conto in banca, convincendola di averli dati di sua spontanea volontà. Si tratta di influenza mentale.

Obama utilizza queste tecniche per convincere la gente a sostenerlo. Si sente il bisogno di sostenerlo come un fumatore sente il bisogno delle sue sigarette e trova perfettamente logico sentire questo bisogno.

La tecnica ipnotica di ‘dare il passo e comandare’ per aggirare il giudizio razionale.

‘Dare il passo e comandare’ significa aggirare il ‘fattore critico’ delle difese razionali. Questa tecnica si rivela fondamentale nella conversazione ipnotica.

Normalmente a ciò che consideri vero permesso di ‘passare’.

Nel caso tu sia un fumatore e tu voglia pensare di non esserlo, questo non passerà al tuo subconscio, perché il tuo ‘fattore critico’ sa che non è vero.

Il Dr. Erickson ha scoperto che attraverso il ‘dare il passo’ diventa possibile, ad un ipnotizzatore, scavalcare il fattore critico ed instillare comandi nel subconscio.

Dare il passo.

Mettiamo che in un locale entri un sacco di gente e che le guardie le perquisiscano tutte. Dopo averne perquisite tante, se non si trova nulla di problematico, l’attenzione delle guardie comincia a calare.

Il nostro fattore ‘critico’ rappresenta le guardie, gli invitati rappresentano le questioni su cui riflettere.

In questo modo, l’ipnotizzatore riempie il soggetto di informazioni indubbiamente vere (lasciandolo così riflettere su molte cose) e, dopo, l’attenzione del suo fattore critico inizia a calare. Queste informazioni possono riguardare tutto ciò che il soggetto conosce, incluso il suo respiro. Spesso l’ipnotizzatore guida il respiro del soggetto e lo rende cosciente di esso. L’attenzione cosciente viene spostata sul respiro. Ma se non si pensa attivamente al respiro, il respiro continua lo stesso. Lo scopo diventa lo spostare l’attenzione cosciente sul respiro.

Descrivendo cose assolutamente vere, l’ipnotizzatore ‘imbroglia’ il fattore critico e lo distrae su queste cose. In questo modo, il fattore critico viene temporaneamente ‘tolto di mezzo’, un po’ come lanciare una bistecca ad un cane da guardia per distrarlo.

Continuando a fornire ai soggetti informazioni che questi possano considerare assolutamente vere, ogni cosa detta dall’ipnotizzatore sarà poi considerata vera, e questa fiducia abbassa il ‘fattore critico’. Questo funziona anche davanti a milioni di telespettatori.

Esempi di ‘dare il passo’ nel discorso di Denver del 28 Agosto 2008.

Esempi elementari nei discorsi di Obama includono frasi quali “in questo momento”, “adesso è l’ora” o “per questo sono qui in mezzo a voi”. Sono frasi sicuramente vere nel momento in cui esegue il discorso. Queste ed altre frasi sembrano inserite nel discorso in modo casuale, invece non lo sono. Nel discorso di Denver, queste 3 frasi sono state utilizzate un totale di 14 volte, da Obama.

Esempi:

1) Ecco perché sono qui stasera. Perché per 232 anni, in ogni momento in cui quella promessa era in pericolo, le persone ordinarie – studenti e soldati, contadini ed insegnanti, infermieri e custodi – hanno trovato il coraggio per tenerlo in piedi.

2) I fondamenti che utilizziamo per misurare la forza economica sono gli stessi fondamenti della promessa che ha reso grande questa Nazione – una promessa che diventa la sola ragione per cui sono qui stasera.

3) Ma io sono qui stasera perché in tutta l’America c’è agitazione. Questa elezione non riguarda me. Riguarda voi.
-----------------------------------------------
1) Adesso è l’ora di finire questa dipendenza, e di capire che la perforazione per il petrolio non è una soluzione di lungo termine.

2) Adesso è l’ora di dare ad ogni bambino una istruzione, per permettergli di competere in una economia globale.
3) Adesso è l’ora di dare ad ogni Americano accesso ai servizi sanitari.

4) Adesso è l’ora di aiutare le famiglie con malati, perché più nessuno abbia da scegliere tra il proprio lavoro e l’aiutare il proprio parente malato.

5) Adesso è l’ora di cambiare le nostri leggi sulla bancarotta, per proteggere le pensioni e per la sicurezza sociale.

6) Adesso è l’ora di mantenere la promessa di paghe uguali per lavori uguali, perché voglio che le mie figlie abbiano le stesse opportunità dei vostri figli.
-----------------------------------------------

1) Ci incontriamo in uno di quei momenti importanti – un momento in cui siamo in guerra, l’economia soffre, e la promessa è stata tradita.

2) Questo momento – questa elezione – rappresenta la possibilità di tenere in vita la promessa Americana.

3) Lo sapete cosa insegna la Storia – che in momenti importanti come questo, il cambiamento non proviene da Washington.

4) America, questo è uno di quei momenti.

5) In questo momento, in questa elezione, dobbiamo impegnarci a marciare nel futuro.

Notare che le parole in questione siano assolutamente verificabili. E questo è solo l’inizio.

Queste parole inducono trance ipnotica. Ne usa tante, semplici ed incontestabili, tra cui “abbiamo bisogno di cambiamento”, “siamo la speranza per il futuro” o il “sì, noi possiamo”.

Messaggi sommersi e nascosti – struttura superficiale e struttura profonda del discorso.

Molte persone non realizzano che Obama usi l’ipnosi. Lo stesso Obama conta sul fatto che questo sia troppo difficile da capire o troppo complesso da spiegare.

La comunicazione di cui siamo coscienti si chiama ‘struttura superficiale’. L’ipnosi si basa sulla ‘struttura profonda’ di ciò che il soggetto riceve. Questa viene elaborata dal subconscio a suo modo. Un ipnotizzatore riesce a parlare direttamente al nostro subconscio.

Nei discorsi, possono essere usate anche tecniche di ‘suggestione indiretta’, al pari di quelle che alcuni venditori utilizzano con i clienti.

Obama usa frasi come “cadremo o resteremo in piedi come una unica Nazione”. Questo pare ottimista. Ma perché lancia discorsi ottimisti anche su cadere? Il punto non è il cadere o lo stare in piedi… il punto è che, mentre lo dice, il suo petto ‘cade e torna in piedi’ sincronizzato con il suo respiro, e inconsciamente succede a chiunque e questo rende la frase vera in ogni caso.

Notare come Obama raramente si riferisca direttamente alla ricerca di voti o soldi da parte di chi lo ascolta.

Obama utilizza frasi comunque vere per abbassare il fattore critico… e conclude con “per questo io sarò il vostro Presidente”.

Obama parla in un modo del quale il subconscio non può dubitare. Continua ad affermare cose assolutamente vere per abbassare il ‘fattore critico’, per fare accettare comandi come assolutamente giusti e veri.

Prepara il terreno e colpisci quando ormai sei certo.
Traduzione di Iafet di Ultima Epoca

0 commenti:

Archivio blog