"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Come è bello farsi avvelenare...pardon...vaccinare!


Squalene: se lo conosci lo eviti!

Bimbo svedese di 4 anni quasi morto dopo il vaccino contro l'influenza suina

In Svezia il silenzio relativo alle morti ed agli altri gravi "effetti secondari" del vaccino contro l'influenza suina è terrificante. Nonostante tutto alcuni casi stanno uscendo allo scoperto, come la storia di Kevin, bimbo di 4 anni che vive a Stoccolma con Mia, sua madre, che è incinta di tre mesi.

- "Ero sicura che fosse morto, dice in un articolo comparso inizialmente solo nella versione cartacea del giornale "Aftonbladet notizie", che solo più tardi è stato inserito nel sito del quotidiano dopo che i lettori sono intervenuti facendo notare la sua assenza. continua...

N.B. ho il diritto di dire e scrivere: I vaccini sono veleni!
La loro composizione ne è la prova inconfutabile e inattaccabile!
Ho il diritto e il DOVERE di avvertire i miei simili, che amo con tutto il cuore, del pericolo. Se non lo facessi sarei complice di un abominevole crimine!
C'è un tempo per tacere e un tempo per parlare!




1 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/?id=3.0.3992257491

Archivio blog