"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Incidente stretto d'Hormuz. False Flag?


Alex Jones : Un False Flag Près Du Détroit D'Ormuz ? [STFR]
 la-matrice_org

Traduzione.

Ed ora, un'informazione incredibile, postata su InfoWars.com, questa mattina da Kurt Nimmo, e su Bloomberg, una possibile False Flag?
I giapponesi dicono che una petroliera è stata attaccata presso lo stretto d'Ormuz, questo è il titolo su InfoWars.com, Bloomberg, una petroliera di proprietà della società giapponese O.S.K. Lines, uno fra i beneficiari della seconda più grande flotta di petroliere mondiali, è stata forse attaccata presso dello stretto di Hormuz, una via marina strategicamente importante, fra il golfo d'Oman e il golfo Pewrsico che lambisce l'Iran. C'è stata un'esplosione a bordo del M. Atar a 5h30, ora di Tokyo, che ha leggermente ferito un membro dell'equipaggio. Questo ha dichiarato la società. la petroliera ha ora fatto rotta verso gli Emirati Arabi Uniti al fine di valutarne i danni. Nessuna fuga di petrolio è stata segnalata, ringraziando Dio.
L'esplosione a tribordo della nave ... potrebbe essere stata un'esplosione a bordo della nave, la cosa non sarebbe stata troppo strana ma là è su un lato della nave ...
L'esplosione a tribordo ha danneggiato i boccaporti; secondo Corey Barker un portavoce dellUS Firth Fleet, raggiunto al telefono dalla base di Bahrein, ha detto a Bloomberg che la causa e l'estensione dei danni sono sconosciuti e sarà fatta un'inchiesta.
Se risulterà vero che si tratta di un attacco, ci saranno delle conseguenze per le navi che passano per lo stretto d'Hormuz, e questo fatto porterà a dei ritardi e degli aumenti delle spese dei petrolieri, ha detto Den Goggin uno spedizioniere dei derivati al SSY Future Ltd., una unità del mediatore marittimo, al secondo posto mondiale.
Ci sono state una serie di impasse tra l'USA e l'Iran nello stretto d'Horuz fra dicembre 2007 e gennaio 2008, il Pentagono ha accusato l'Iran di minacciare l'US Flirth Fleet ma è stata più tardi smentito dalla Navy. Secondo Press Tv, un ufficiale della marina aveva letteralmente dato l'ordine di tirare sulle navi iraniane.

E ricordate quello che il New Yorker Magazine e Seymour Hersh avevano segnalato, e che è stato confermato più tardi, che alcuni ufficiali della Casa Bianca hanno detto a Seymout Hersh che Cheney aveva intenzione di utilizzare delle navi militari USA dipinte di blu come le navi militari iraniane, e così avremo delle Navy Seals che attaccheranno le navi USA, o altre, per accusare (l'Iran) e se nello stesso momento arriveranno delle false trasmissioni che non vengono dall'Iran, 
[...]
e i media diranno "oh, le navi iraniane ci stanno attaccando", è in questo modo che vogliono cominciare la terza guerra mondiale con l'Iran, con questo episodio nello stretto d'Hormuz.
Noi andremo ad occuparci di questa storia e molto di più, l'economia, la depressione, lo stato poliziesco, noi ci occuperemo di tutto questo, oggi.
Io sono Alex Jones, i siti sono Infowar.com e prisonplanet.com

Articoli che attesterebbero le dichiarazioni di Alex Jones:

0 commenti:

Archivio blog