"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Strage di Bologna, un depistaggio?

Il 27 giugno 1980 esplodeva in volo su Ustica un aereo passeggeri partito da Bologna e diretto a Palermo. Le risultanze processuali, i depistaggi che seguirono e che furono in seguito rivelati, le strane morti e gli ancor più strani "suicidi" di molti dei militari che potevano aver visto cos'era successo quel giorno in quel tratto di cielo perché seduti davanti a radar militari, la sparizione dei tracciati degli stessi radar che dovevano aver registrato i fatti, la reticenza delle forze USA che sicuramente avevano gli stessi dati, il silenzio del governo francese che aveva aerei in volo nell'aerea, tutto porta a concludere che l'aereo fu abbattuto da un missile di una aereo "alleato" (poco importa se francese o americano), probabilmente nel corso di un'operazione di caccia a un velivolo libico....
L'articolo completo:

La mia idea sulla Strage di Bologna

0 commenti:

Archivio blog