"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Il sogno italiano ...


4 commenti:

Doriano54 ha detto...

Hahahahaaa..!! Quando "SUCCEDE",200 di questi li offro io da affiggere..(anche senza autorizzazione..della "MASSONERIA")nelle strade e piazze della mia città..!

ivabellini ha detto...

sembra il necrologio di un puttaniere :)

altranews ha detto...

R.I.P.
di sicuro non ci mancherà.

Tommy ha detto...

divertente.
ma al di là della più che lecita satira, noto con dispiacere che il nome de...l'innominabile in questione è diventato addirittura un'etichetta su questo blog: sinceramente non credo la meriti, a meno che questo sito non voglia unirsi all'anti-berlusconismo qualunquista ed inconcludente che tiene unita la (finta)sinistra italiana, e non solo.

Il vero Potere non è mai manifesto: lui è solo una pedina come noi, anche se di livello un po' più alto...
Se vogliamo colpire il Sistema dobbiamo guardare oltre questi personaggi da operetta e smettere di dar loro importanza scovando ed individuando I VERI MANDANTI.

Berlusca&Co sono solo realtà mediatiche di facciata che non "esisterebbero" senza i loro mentori: come tutti i loro colleghi dello spettacolo, diventano tanto più impostanti quanto più se ne parla, come dice il noto adagio, POCO IMPORTA SE NEL BENE O NEL MALE.
Questo significa che focalizzarsi su questo o qualsiasi altro personaggio di questo tipo e accollargli reiteratamente tutte le colpe di questo mondo come se fosse REALMENTE lui a decidere TUTTO, alla fine serve solo a conferirgli maggior potere, almeno agli occhi degli sprovveduti che bevono alla fonte dei media.
dimentichiamocelo, di lui si parla già troppo e anche a sproposito, e guardiamo oltre.

Archivio blog