"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Matthias Schepp: Chi l'ha visto ... gettarsi sotto il treno

Da brava "complottista" mi è venuto un dubbio:
E se fosse tutto un piano diabolico per scomparire con le sue gemelline?

Indizzi:
  1. Un viaggio nei Caraibi. Perché no una visita ad una banca offshore?
  2. Delle bambine non c'è traccia.
  3. Perché percorrere tanti chilometri per suicidarsi?
  4. Perché lasciare tanti indizi "inutili"?
  5. A quando pare nessuno ha visto Matthias gettarsi sotto il treno.
  6. ecc., ecc.
Ma sento già un coro di proteste: "il corpo è stato identificato!"


Il DNA si può falsificare: lo hanno dimostrato scienziati israeliani

Corpo per "sostituzione", DNA e riconoscimento impronte digitali si possono "comprare", bastano tanti soldi.

In Rete si trova quello che serve per cambiare identità: dal passaporto al titolo di studio. Bastano 100 mila dollari



[ ...] 
CHIAVI IN MANO - Per chi non ama il fai-da-te, esistono anche organizzazioni online che rilasciano una seconda cittadinanza, ma i costi salgono un po'. Basta sottoscrivere i programmi del Caribean Citizenship Program per non doversi più preoccupare di nulla. Sono gli stessi organizzatori, in accordo con i governi del luogo, a sbrigare anonimamente ogni adempimento burocratico. Il servizio all inclusive si trova per esempio su www.safehavenoffshore.com

LA CASA - Inoltre, chi vuole, con la nuova identità, può acquistare anche una bella casetta anche a migliaia di chilometri di distanza: per una villetta, vista mare, a 10 minuti dalla capitale della Dominica, su www.offshoreliaison.com costa per esempio 200 mila euro.

IL VIAGGIO - Non resta che il viaggio in aereo. Per non farsi rintracciare, vengono sconsigliate le agenzie di viaggi e si suggerisce l'acquisto dei biglietti online, al costo di mille euro. Basta utilizzare il nuovo nominativo, avendo in tasca, ovviamente, il passaporto «taroccato» appena acquistato. Il totale dei costi ammonta a circa 143mila euro. Una bella somma per ricominciare dall'altra parte del mondo. 
E perché no una barca a vela? dalla Corsica?

Se fossi la madre delle piccole mi rivolgerei a questo signore:  

L'uomo che aiuta la gente a sparire

di FRANCESCO SEMPRINI NEW YORK - Ha dato la caccia ad oltre 40 mila persone, ha scovato Monica Lewinsky scomparsa dopo il Sex-Gate con l’ex presidente Bill Clinton, e ha detto no alle «avance» di Sharon Stone. Si chiama Frank Ahearn, ma dai più è conosciuto come lo «skip-tracer», il cacciatore di fuggitivi, coloro che per necessità o convenienza scappano per rifarsi vita altrove. «In vent’anni ho trovato circa 40 mila persone - racconta mentre sorseggia un latte macchiato seduto in un bar di New York -. La gente parte pensando di scomparire per sempre, ma si lascia un’infinità di tracce alle spalle senza nemmeno accorgersene». L’aspetto non è certo rassicurante, un metro e ottanta di altezza, ben piazzato, codino biondo, pizzetto e occhi sottili, indossa sempre stivaloni a punta mozza e vestiti rigorosamente denim. Sulla schiena l’immancabile tatuaggio che recita «Freedom» e coltiva una passione per lo scrittore «mistery» Elmore Leonard i cui personaggi gli assomigliano molto. A prima vista ricorda un cacciatore di taglie sul modello del «Renegade» di Lorenzo Lamas.

2 commenti:

ANTICORPI ha detto...

per quanto non conosca a fondo la vicenda, a me è venuto subito da pensare a una montatura. schepp mi ha dato l'idea della classica 'vittima' di una macchinazione orchestrata per impossessarsi delle bambine, facendo ricadere le colpe sul soggetto che l'opinione pubblica fosse più disposta a ritenere colpevole. una serie di indizi fabbricati ad arte (fin troppo didascalici), con le bimbe generalmente ritenute ormai morte.

secondo me schepp è stato usato come capro espiatorio e poi ucciso, ma non è lui il colpevole del rapimento. e le bambine non sono morte. o almeno non lo erano nei giorni immediatamente successivi la scomparsa.

imo dovremmo iniziare ad aprire gli occhi sul fenomeno delle persone scomparse. ogni anno sono migliaia in tutto il mondo. davvero vogliamo continuare a pensare che dietro ogni singolo caso di sparizione (ripeto: migliaia) vi sia un 'folle' isolato che agisce per 'follia', oppure qualcuno che abbia deciso di 'cambiare vita' e sia riuscito a far perdere le proprie tracce come diabolik?

la follia omicida 'spontanea' dovrebbe essere estremamente più rara di quanto emerge dai resoconti dei media.

sono sempre più convinto che dietro molti di questi casi vi siano tecniche di controllo mentale e /o tratta degli esseri umani per fini scientifici o commercio di organi.

:(

feiskul ha detto...

interessantissimo!
grazie del link anch'io ti ho inserito, il tuo blog mi piace, tornerò a trovarti
Nenet di tuttinsieme

Archivio blog