"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Libia. L'Armata Brancaleone di Obama e altre storie.


Interessantissimi articoli:

1. Libia. Tutti gli uomini del Presidente…Obama



Alcuni stralci:
Il Joker Americano.
Ali Tarhouni e’ stato investito dal Comitato Nazionale di Transizione alla carica di Ministro delle Finanze nel tentativo di dar corpo ad un governo parallelo a quello del regime ancora ufficialmente in carica nel paese. Ali Tarhouni, 60 anni, insegnava Economia e Finanza presso l’Università di Washington fino al 12 febbraio scorso. Lasciata in fretta e furia la sua illustre cattedra ora si trova a Bengasi per dare il suo patriottico contributo alla creazione di un governo ad interim che gestisca il dopo Gheddati. [ ... ]

Le interessanti analisi del Joker.
[ ... ] Tarhouni ha ammesso che in varie zone dei territori liberati il Comitato di Transizione non ha il controllo delle amministrazioni locali e a volte entra in conflitto con esse. Sul fronte della Tesoreria pubblica del futuro governo Tarhouni e’ lieto di fornire delle buone notizie.
Nell’immediato non si registra una crisi finanziaria. La liquidità e’ assicurata dal controllo degli istituti bancari presenti nelle città liberate (soprattutto gli istituti finanziari presenti a Bengasi). Inoltre molti Paesi hanno accettato di restituire i crediti acquisiti dai Fondi Sovrani Libici. Per esempio la Gran Bretagna ha già accettato di permettere al Comitato di Transizione l’accesso a 1.4 miliardi di dinnari (1,1 miliardo di dollari) che Londra ha acquistato presso i Fondi Sovrani della Libia. [ ... ]

Tutti gli Uomini del Presidente Obama
Ali Tarhouni e’ in buona compagnia di altri “Uomini del Presidente”. Mahamoud Jibril (59 anni) nominato il 23 marzo scorso Primo Ministro Transitorio. Il settantenne ex Ministro della Giustizia Mustafa Mohamed Abud Al Jeleil che dal 27 febbraio scorso svolge a Bengasi la carica di Segretario del Consiglio Nazionale Libico. Il Generale Omar al Hariri (responsabile delle questioni militari). Il Generale Khalifah Aftar, noto eroe della guerra nel Ciad, che oggi cerca di prendere il sopravento delle operazioni militari della ribellione e collabora apertamente con il Pentagono. Ali al-Essawi (responsabile dei rapporti internazionali).

Tutti questi uomini hanno una caratteristica in comune: provengono dall’apparato politico e militare del regime e sono in stretto contatto con gli Stati Uniti e l’Europa, esclusione fatta per Ali Tarhouni che e’ stato catapultato direttamente in Libia dagli Stati Uniti dopo un’assenza dal paese durata 38 anni. Su questi uomini l’Amministrazione Obama conta per far piazza pulita delle pericolose idee all’interno della rivoluzione come promette Ali Tarhouni. [ ... ]

 

2. Libyan rebel commander admits his fighters have al-Qaeda links

3.  COME VI HANNO FREGATO ANCHE QUESTA VOLTA

0 commenti:

Archivio blog