"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Obama e l'operazione "Arlesiana" ...


« Jouer l’Arlésienne » (« Recitare l’Arlesiana ») è un’espressione francese che significa “essere il soggetto di tutte le conversazoni senza mostrarsi mai”, può analogamente rinviare ad una persona o ad un’azione que si attende e che non arriva mai, vedesi Godot nell’opera di Samuel Beckett.


Obama: "Effettivamente, non vi è la certezza che Osama stesse lì...
traduzione VANESA

Durante la sua intervista su "60 Minutes" alla CBS Domenica sera, Barack Obama ha ammesso che l'intelligence degli Stati Uniti era sicura solo al 45/55% che Bin Laden si trovasse nel nascondiglio attaccato Domenica scorsa, temendo che l'occupante potrebbe davvero essere stato un "principe di Dubai", uno scetticismo condiviso dai residenti di Abbottabad, uno dei quali ha detto alla BBC che l'uomo visto in televisione a guardare i video rilasciato dalla Casa Bianca il sabato era di fatto il suo vicino, non Bin Laden. 
"Ovviamente, stiamo entrando nella sovranità territoriale di un altro paese,
atterrando con elicotteri e conducendo un'operazione militare. E se risulta essere un uomo ricco, sai, un principe di Dubai, che è sul posto, allora abbiamo problemi ", ha detto Obama al presentatore Steve Kroft di 60 minuti. 
"Alla fine della giornata, questa era ancora una situazione di 45/55. Voglio dire, non potevamo affermare definitivamente che Bin Laden si trovasse lì. Se non fosse stato lì, allora non ci sarebbero state notevoli conseguenze ", ha aggiunto il presidente. 

La grande incertezza della Casa Bianca sul fatto che Bin Laden era nel luogo e che le forze Usa, invece potrebbero aver attaccato "un principe di Dubai", è interessante visto che la stragrande maggioranza dei residenti che vivono intorno a la casa di Abbottabad sono convinti che sia l'uomo che viveva lì come l' individuo mostrato a guardare la televisione nel video rilasciato da funzionari degli Stati Uniti il ​​Sabato non sono Bin Laden. 

In un rapporto della BBC, Orla Guerin ha intervistato decine di persone che insistono sul fatto che Bin Laden non ha vissuto nella casa, nessuno di loro testimonia la sua presenza o sentito voci che lui era lì, nei cinque anni in cui, secondo quanto affermato da Obama, era residente nel villaggio. 
"Tutto è una bugia, non è successo niente", ha detto un venditore di giornali che ha lavorato nel paese per 50 anni. 

Un altro residente a Guerin ha detto l'uomo visto nel video presumibilmente cambiare i canali TV, è in realtà il suo vicino, non Bin Laden. 
"Il suo nome è Han Akhbar, è il padrone della casa che dicono fu di Bin Laden, lo conosco molto bene," ha detto l'uomo. 
Dopo aver parlato con "più di 50 persone nel mercato" Guerin ha incontrato una sola persona che ha creduto che l'uomo che guardava la televisione fosse Bin Laden. 

Come il volto dell'uomo che guarda la televisione difficilmente può essere visto, gli altri video pubblicati dalla Casa Bianca mostrano un Bin Laden che sembra molto più giovane e più in salute rispetto al 2001. Tutti gli altri video sono pressoché identici al primo film pubblicato nel 2007 dal gruppo SITE del Pentagono. 
Un report di notizie separato della CCTV mette in evidenza le interviste con i residenti di Abbottabad che hanno giurato che "Bin Laden non è mai stato lì" e che è stata inventata una favola per aiutare Stati Uniti ad isolare il Pakistan geopoliticamente. 

"Ho vissuto per tutta la vita qui, non ho mai visto Bin Laden andare e venire qui. Siamo una comunità molto unta, lo avremmo visto almeno una volta, ma non si è visto ", ha detto un altro residente. 
I membri dell'unità anti-terrorismo del Pakistan non hanno potuto confermare la presenza di Bin Laden, secondo il rapporto, osservando che è prevalso il buon senso secondo cui l'intera operazione era una "bufala". 

La scorsa settimana, un altro residente di Abbottabad che ha vissuto a 5 minuti dalla "casa di Bin Laden" e che è possedeva anche una casa accanto, ha detto di non aver mai visto alcun segno che Bin Laden viveva lì, aggiungendo che l'area è stata limitata grazie alla sua posizione accanto a un' installazione militare pakistana, e che tutti i nuovi residenti hanno dovuto mostrare la carta d'identità prima di poter entrare nella zona. 
traduzione VANESA

1 commenti:

startmakingasense ha detto...

Ci prendono per il c*lo. IL presidente si chiama come i due peggiori nemici del proprio paese Barack Hussein Osama Bin Laden.

Archivio blog