"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Atene. La lettera manoscritta del farmacista suicida di piazza Syntagma.

Dimitris Christoulas, farmacista in pensione all'età di 77 anni, che ha messo fine ai suoi giorni su un prato di Piazza Syntagma (della Costituzione) il 4 aprile 2012.
segnalato dal CADTM
(Comitato per l'Annulazione del Debito del Terzo Mondo) 

Il testo:

"Il governo di occupazione di Tsolakoglou* ha letteralmente distrutto tutte le mie possibilita' di sostentamento, che consistevano in una pensione dignitosa, per la quale ho contribuito per 35 anni (senza alcun aiuto da parte dello Stato).
La mia età, non mi permette di agire individualmente con un'azione più radicale (anche se non escludo che se un qualsiasi greco avesse preso una Kalashnikov lo avrei seguito), non riesco a trovare un'altra soluzione che una morte dignitosa, o altrimenti, cercare nei cassonetti della spazzatura per alimentarmi. Credo che un giorno i giovani senza futuro, prenderanno le armi e andranno a impiccare i traditori del popolo, in piazza Syntagma, come hanno fatto gli italiani nel 1945 a Mussolini, in Piazzale Loreto a Milano. "

Piazza Syntagma - Atene, 4 aprile 2012

* generale Georgios Tsolakoglou,che ha  firmato l'armistizio con le forze tedesche, fu il primo leader del governo greco durante l'occupazione, nominato dai nazisti (30/04/1941-02/12/1942). In Grcia il suo nome è sinonimo "collaboratore"
Fonte:  http://www.cadtm.org/Lettre-manuscrite-de-Dimitris

"Non è suicidio, si tratta di un assassinio politico" - 5 Aprile 2012

0 commenti:

Archivio blog