"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Grecia. Non facciamoci illusioni, questo è il vero volto della polizia

Ho avuto una conferma da un amico greco: La maggioranza dei poliziotti simpatizzano con i neo-fascisti.

"I giornalisti qui non denunciano queste cose. Dovete dirlo voi quello che sta succedendo qui, in questo paese che ha sofferto così tanto per il nazismo. Nessuno lo saprà mai …. A meno che non direte queste cose all’estero".
Nikolaos Michaloliakos, leader dell'Alba dorata
(Χρυσή Αυγή) ex ufficiale delle Forze Speciali dell'Esercito greco
ANTIFASCISTI GRECI TORTURATI DALLA POLIZIA
Quindici manifestanti antifascisti sono stati arrestati ad Atene durante uno scontro con i neo-nazisti di Alba Dorata e hanno detto di essere stati torturati nella Centrale di Polizia dell’Attica (GADA) – l’equivalente di Atene di Scotland Yard – e sono stati sottoposti  ad un trattamento che il loro avvocato descrive umiliante come ad Abu Ghraib.
Un altro gruppo di 25 persone, che è stato arrestato dopo aver dimostrato a sostegno dei loro compagni antifascisti, ha dichiarato che molti di loro sono stati picchiati, fatti spogliare nudi e fatti piegare di fronte a ufficiali e altri manifestanti all’interno della stessa stazione di polizia.
I manifestanti hanno mostrato ferite e lividi.
L'articolo completo qui:
http://www.altrainformazione.it/wp/2012/10/11/antifascisti-greci-torturati-dalla-polizia/

*************************************

In Grecia, la polizia consiglia di chiamare i neonazisti

[ ... ]

Pogrom in Grecia e alla periferia di Atene

E' l'Alba dorata che ha che "pulito" Kalamata e laperiferia d'Atene, che ha organizzato i  pestaggi, le percosse  necessarie a scacciare dalle città dei poveretti senza risorse e senza difesa - per ripulire le strade come fossero dei parassiti. Queste sono le milizie dell'Alba dorata che hanno sostituito la polizia e lo stato greco impunemente, e si vantano apertamente delle loro imprese sui giornali. Purtroppo, la storia non si ferma qui. 
Leggere un articolo è una cosa. Ascoltare direttamente la storia di crimini  incoraggiati dalla polizia greca vicino a voi è un'altra cosa.

La polizia non interviene vi consiglia di chiamare i neonazisti. E se non li chiamate li inviano loro.


Una sera, qualche settimana fa, a Kalamata- Grecia, una signora vede un uomo di colore nel suo giardino. Preoccupata, chiama la polizia.
La risposta della polizia internazionale è rapida e molto chiara: no, la polizia non invierà i suoi ufficiali in loco, tuttavia, la donna può chiamare L'Alba dorata, che farà tutto il necessario. 
Gentilmente, il poliziotto all'altro capo della linea consiglia l'intervento delle milizie neo-naziste dell'Alba dorata, e dà alla donna il numero di telefono per chiamarle. Scioccata, la donna riaggancia e si rifiuta di optemperare.
Aspetta, sempre preoccupata.
Dopo qualche tempo, ancora preoccupata, richiama la polizia.
Stessa reazione: Chiamate l'Alba dorata e vostro problema risolto. No, la polizia non interviene, non ha i mezzi. Anche in questo caso, la donna riaggancia. Non ha nessuna intenzione di chiedere a dei neo-nazisti di intervenire.
Tuttavia, pochi minuti dopo, la milizia dell'Alba dorata arriva. Non c'è piu' nessuno nel giardino della donna. Ma a poche decine di metri di distanza si trova una casa occupata da un pakistano. In pochi minuti, i gorilla con divise paramilitari la circondano. Appiccano il fuoco ... fine della storia.
Non siamo nel 1938. Non siamo in Germania. Siamo nel 2012, in Grecia, un paese noto per il suo dolce stile di vita e per l'ospitalità dei suoi abitanti. Un paese rovinato da una gestione corrotta, e soprattutto dall'assurda volonta' dei governi sranieri e delle banche centrali che non hanno idea, nessuna idea del mostro che stanno risvegliando e nutrono ancora e ancora, con tutte le misure di austerità, ingiuste e inefficienti, che impongono con la forza in un paese esangue.
Fonte:

0 commenti:

Archivio blog