"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

I polli italiani pronti a essere spennati

inciucionenapolitana
30 Marzo 2013 Scritto da  Fausto Carotenuto

Grazie alla “abilissima” mossa di Grillo, di rinunciare a dare peso politico ai suoi voti imponendo a Bersani leggi e programmi, ora il campo si sta rapidamente sgombrando. In favore dei poteri centralisti europei del fronte gesuita-massonico. Ieri al Quirinale al posto di Bersani c’era Letta che, con ancora in mano la pistola fumante del killeraggio di Bersani, a nome di un PD suonato ha affidato al Presidente della Repubblica il “salvataggio” del Paese.
 I polli italian
Continua a leggere:

0 commenti:

Archivio blog