"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

La Soluzione Cipriota diventa una legge.

Mentre la Troika prendeva la decisione di salassare i risparmiatori titolari di conti bancari, con più di 100.000 euro, il Presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, spiegava che la soluzione applicata alla crisi greca potrebbe servire da modello nel futuro, innescando una tempesta sui mercati azionari.

Poco dopo, aveva modificato le sue intenzioni, dicendo che Cipro era "un caso speciale". Ma Dijsselbloem non stava che esprimendo ciò che pensano molti eurocrati, infatti è stato deciso di farne una norma. 
Der Spiegel riferisce che in effetti Michel Barnier, commissario europeo per il Mercato interno e i servizi, sta preparando una legge che permetterà di salassare gli investitori bancari e i titolari di conti bancari prima che un aiuto da parte del Meccanismo Europeo di Stabilità (MES) non sia preso in considerazione, ha detto al giornale tedesco Süddeutsche Zeitung la scorsa settimana.

Il disegno di legge stabilisce una priorità di quello che sarà fatto in caso di liquidazione di una banca: gli azionisti e i creditori saranno i primi ad essere colpiti, poi i depositanti titolari di più di 100.000 euro sui loro conti.  
Inoltre, ogni paese dovrà creare un fondo speciale per salvare le banche che potrà intervenire in seguito. Il MES dovrà essere applicato solo quando le prime tre misure non siano sufficienti a coprire tutte le passività della banca in difficoltà. Questa legge potrebbe essere pronta a giugno.

Alcuni sono preoccupati per l'impatto devastante che questa normativa potrebbe avere sui capitali stranieri:
"Questo porterà a una situazione in cui gli investitori investiranno i loro soldi al di fuori della zona euro"
ha detto preoccupato Luc Frieden Ministro ministro delle Finanze del Lussemburgo, le cui dichiarazioni sono state raccolte da Der Spiegel.
Finora, dal fallimento della banca Lehman Brothers nel 2008, sono stati i contribuenti europei che hanno dovuto pagare per salvare le banche europee, tra cui la banca tedesca Hypo Real Estate (HRE) e Bankia.
Fonte: 
'L'UE prépare une loi pour dupliquer la solution chypriote en cas de crise bancaire'

0 commenti:

Archivio blog