"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

BAPHOMET E SOPHIA

Sicuramente avete notato da qualche tempo (anni) si fa un gran parlare dei Templari, e intorno ad essi si parla di Mosè, Gerusalemme, Gesù, Maddalena, Sangue Reale (Santo Graal), Massoneria.......
Articoli, libri e film...
Un esempio eclatante: IL CODICE DA VINCI (detto fra noi, un gran minestrone, scopiazzato qui e là).

Insomma, tornando ai Templari, bisogna ricordare che la loro vera missione a Gerusalemme era quella di ritrovare l' Arca dell'alleanza scomparsa durante l' occupazione babilonese, e non più ritrovata.

Scavarono per lunghissimi anni fra le rovine dell' ultimo Tempio di Erode, che l' Arca non vide mai.
Infatti del primo tempio rimangono solo le descrizioni riportate nella Bibbia.
Il primo Tempio di Gerusalemme fu fatto costruire da re Salomone, circa 3000 anni or sono.
Salomone voleva far realizzare numerosi edifici imponenti, incluso un tempio per il dio che noi chiamiamo Yahvè o Jéhovah.
Questi due nomi sono un tentativo di trascrizione dall' ebreo, che è una forma di scrittura senza vocali.
Yahvè o Jehova vengono dalla risposta di Dio: "IO SONO COLUI CHE E'!" alla domanda di Mosè.: "chi sei?"
Si ricorda re Salomone come un re saggio, ma "saggio" era un titolo che era attribuito a tutti i re che fecero costruire, ai fondatori, prima e dopo Salomone.
Gli ebrei non avevano nessuna tradizione architetturale, per questo il tempio fu costruito da artigiani venuti da Tyro, prestati dal re fenicio di questa città, Hiram.
L' architetto fu un altro Hiram, Hiram Abif.
La taglia del tempio e il piano erano ispirati ai templi sumeri.
Era un piccolo edificio, grande come una piccola odierna chiesa di paese.
L' harem di Salomone era più grande!
E si tace su un dato di fatto, riportato nella Bibbia: Salomone era politeista.
Il tempio non era un luogo di visite e adorazione per il popolo, era letteralmente LA CASA DI JEHOVA, il tenebroso dio della tempesta, che Mosè aveva trasportato nell' Arca, dal monte Sinai a Israele.
E' certo che i Templari abbiano ritrovato dei manoscritti di grandissimo valore, dei segreti antichissimi, che Mosè aveva sottratto all' Egitto.
Si comincia a conoscere la verità piano piano, anche per merito del ritrovamento dei Manoscritti del Mar Morto, e il loro studio.
Pensa che il termine "BAPHOMET" trascritto in ebreo e applicando il codice ATBASH (usato nei Manoscritti di sopra, per criptare i nomi), vuol dire (o sorpresa!) SOPHIA, LA SAGGEZZA in greco antico.
Insomma la saggezza degli antichi egiziani, e forse ancora più antica.....

Un estratto dal libro inchiesta: LA CHIAVE D'HIRAM di C. Knight e R. Lomas

0 commenti:

Archivio blog