Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2010

Eugenetica. Attivista russo scompare dopo aver svelato piani di vaccinazione criminali.

Immagine
Alexander Goncharov, l'attivista russo che ha rivelato un programma di eugenetica globale e, in particolare un programma di vaccinazione che dovrebbe iniziare nel 2011, è scomparso dopo aver ricevuto minacce di morte. Articolo originale: UN MILITANT RUSSE DISPARAIT APRES AVOIR DEVOILE DES PLANS DE VACCINATIONS POUR LA RUSSIE, L’UKRAINE ET LE BIELORUSSIE 7 Novembre 2010, Declan O’Shea traduzione di  Google, corretta da Giuditta E' scomparso nella notte del 30 ottobre 2010. Erano circa le ore 22 quando è stato visto per l'ultima volta mentre lasciava il suo ufficio presso una società russa di volontariato, senza fare più ritorna a casa. Alexander Goncharov aveva giurato di diffondere quante più informazioni possibili sul programma di eugenetica globale ai professionisti medici e al pubblico. Aveva scoperto un piano per sterilizzare le donne attraverso programmi di vaccinazione in Russia, Ucraina e Bielorussia. Poiché, lo stesso giorno della sua scomparsa, er

Banche pulite!

Immagine
L'On. Scilipoti dell'IDV presenta denunce contro tutte le banche per associazione a delinquere, in più di 230 procure della reubblica. Fonte e documenti qui: IDV: denunciate tutte le banche ABI http://leconomistamascherato.blogspot.com/2010/11/idv-denunciate-tutte-le-banche-abi.html

Montanari: "Queste scie le vedo."

Immagine
Cosa afferma Stefano Montanari alla domanda sulle scie chimiche Il  prof. Stefano Montanari , direttore scientifico del Laboratorio Nanodiagnostica - Modena, alla domanda sulle scie chimiche, afferma: " Quando tiro su gli occhi,  queste scie le vedo, eh c’è poco da fare, io a volte vedo il cielo a scacchi, lo vedo un po’ dappertutto. Su questo credo che non ci siano dubbi ..." fonte:  http://www.cieliliberi.blogspot.com/ h ttp://it.truveo.com/Montanari-Inceneritori-e-scie-chimiche/id/4170192500 . visita il sito del prof. Stefano Montanari:  http://www.stefanomontanari.net

E se fosse stato "il gioco del foulard"?

Detto cosi, ci si aspetta alla descrizione della tecnica erotica del "gasping", ma purtroppo, queste due pratiche hanno solo una cosa in comune e detto cosi, ci si aspetta alla descrizione della tecnica erotica del "gasping", ma purtroppo, queste due pratiche hanno solo una cosa in comune e cioé la ricerca di una certa ebbrezza derivata dalla mancanza di ossigeno. Ogni anno muoiono a causa del "gioco del foulard" dai 10 ai 15 bambini. La cosa inizia per gioco ed i genitori hanno difficoltà a scoprire in tempo i sintomi di sofferenza di chi è adepto a questa pratica (forti emicranie e dolore alle orecchie, occhi a tratti rossi, ecc). Poi pero' un giorno accade: il fanciullo, nel volersi procurare questo piacere va "troppo in là", sulla via del non ritorno. E lo trovano impiccato.ioé la ricerca di una certa ebbrezza derivata dalla mancanza di ossigeno. Ogni anno muoiono a causa del "gioco del foulard" dai 10 ai 15 bambini

Inventori di malattie e marketing della paura

Playlist completa: http://www.youtube.com/watch?v=J7So3LuLKtE&feature=BF&list=PL5A326E4BC938D109&index=1 Il documentario mette in evidenza come l'industria farmaceutica sia oggi in qualche modo costretta ad ingigantire, spesso con attente strategie di marketing della paura, nuove malattie pur di assicurare un rendimento crescente delle proprie azioni. I danni a carico della collettività mondiale e della sua salute sono incredibilmente evidenti. In America più di 5 milioni di bambini vengono trattati con psicofarmaci, semplicemente perché "troppo" vivaci. In collaborazione con http://www.youtube.com/user/76CellarDoor

Diabete. Un sintomo che può uccidere.

Immagine
Il Diabete non è una malattia, ma un SINTOMO! É il sintomo di un pancreas che è troppo danneggiato per produrre l'insulina di cui il corpo ha bisogno per regolare i livelli di zucchero nel sangue! Prima di tutto bisogna ricordare questo: Una gran parte delle operazioni della FDA (la Food and Drug Administration americana) sono finanziate direttamente dalle industrie farmaceutiche. E più del 50% dei soldi che l'FDA spende nel controllare i farmaci vengono direttamente dalle industrie farmaceutiche. Non ci sarà "forse" qualche conflitto di interessi??? "L'industria farmaceutica è grande e potente come l'industria delle armi. Con la differenza che la guerra finisce. La malattia, no, finché c'è qualcuno che la tiene in vita"    Hans Ruesch “ Abbiamo un’industria pluri-miliardaria che sta uccidendo persone a destra e a manca solo per un tornaconto finanziario .” Glen W

Sclerosi multipla e CCSVI. La parola ai malati.

discussione su una intervista di un professore padovano apparso sul sito internet dell'AISM Studi Dr. Chung: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20... L'intervista: http://www.aism.it/index.aspx?id_area... Per maggiori informazioni sulla CCSVI: http://www.ccsvi-veneto.org Per informazioni sull'esame diagnostico con l'eco color doppler: http://www.ccsvi-veneto.org/comunicaz... Sclerosi multipla. Da Harvard ulteriore conferma dell'ipotesi Zamboni.

Sclerosi multipla. Da Harvard ulteriore conferma dell'ipotesi Zamboni.

Immagine
Questa volta è il professor Rohit Bakshi di Harvard che, dopo dieci anni di ricerche, conferma  l'importanza che ha, per la comunità scientifica, l'ipotesi di un'origine venosa della sclerosi multipla ( insufficienza venosa cronica cerebrospinale o CCSVI). Il 23 settembre 2010, il prof. Bakshi ha incontrato il dottor Zamboni presso l'Università di Ferrara (Italia) e ha descritto il ruolo del ferro nella sclerosi multipla. Tuttavia, i due ricercatori hanno esplorato il sogetto in modo completamente indipendente uno rispetto all'altro. Ma i loro risultati portano alla stessa conclusione: più c'è ferro nel cervello, tanto più c'è un aggravamento della malattia . E questa presenza inopportuna tende a causare un'atrofia di alcune regioni del cervello. Questo contributo scientifico permette a Paolo Zamboni di dichiarare che un nuovo pezzo del puzzle è stato finalmente inserito. Egli si adatta perfettamente anche ai risultati dei test esegui

OMS: "E' emerso che il vaiolo può diffondersi anche in una popolazione completamente vaccinata."

Immagine
I dati italiani Non si hanno dati precedenti al 1892, anno in cui è stata imposta la vaccinazione obbligatoria per legge ai bambini di 2 anni di età. Si sa però che alla fine di quel secolo i morti per vaiolo colpivano nella stessa proporzione sia i vaccinati che i non vaccinati. Inoltre la vaccinazione di massa non evitò le epidemie che si ebbero negli anni 1901-05, 1910-12, e 1918-21. [6] L'ammissione dell'OMS In un editoriale di una rivista scientifica tedesca, il suo direttore, Prof. Lang, affermò che senza una adeguata copertura vaccinale una popolazione sarebbe stata alla mercè di epidemie di vaiolo, ma nonostante siano più che sufficienti i dati pubblicati poco sopra per smentirlo, è interessante sapere che proprio nella rivista ufficiale dell'OMS "Weekly Epidemiological Record" fu pubblicata questa affermazione: "L'esperienza insegna che una malattia infettiva così grave come il vaiolo è stata fatta scomparire attraverso misure quali

VACCINAZIONI ... Per tutti i figli e i genitori di questo mondo.

Immagine
La prima parte di una esclusiva intervista realizzata da Federico Povoleri a Giorgio Tremante; la sentita e commovente testimonianza di 38 anni di lotta civile sostenuti da un padre che ha visto morire due figli e che ne ha disperatamente salvato un terzo rimasto comunque vittima di un danno da vaccinazioni. Una lunga battaglia per impedire ad altri genitori di subire la sua tragedia; l'uomo a cui dobbiamo la legge 210. Ho toccato Cuor di Leone (intervista a Giorgio Tremante)   Nota dell'autore: Per abbandonare i condizionamenti irrazionali ed emotivi che ci sono stati imposti dalla propaganda, per liberarci da quella paura mascherata da arroganza nei cui percorsi bui la nostra mente ci indirizza sempre, per vincere quel terrore del nostro ego nell'affrontare verità diverse da quelle su cui abbiamo costruito le fondamenta del nostra vita nella vana speranza che fossero talmente solide da non farci mai cambiare idea, Per tutti i figli e i genitori di ques

Il debunker debunkerizzato ... con disonore.

Titolo originale: 11 settembre : La demolizione controllata di Paolo Attivissimo   IL FILMATO E' STATO UNIFICATO (57 MIN.) ED E' ORA SCARICABILE IN HQ DA ARCOIRIS.TV . (Fatelo girare!) IN CODA ALL'ARTICOLO E' STATO INSERITO UN RIASSUNTO DELLE AFFERMAZIONI DI ATTIVISSIMO In questo video viene analizzato nel dettaglio il metodo del debunking, prendendo spunto dal confronto sull’11 settembre avvenuto il mese scorso fra Tom Bosco e Paolo Attivissimo. La prima parte potrà forse risultare meno interessante per chi già conosce bene l’argomento, ma bisogna ricordare che questo tipo di documenti viene fatto soprattutto per chi ancora la materia non la conosce a fondo. E' soprattutto importante imparare a distinguere nettamente il modo di ragionare dello scettico, che procede dai fatti alle conclusioni (pensiero critico, o analitico), e quello del debunker, che parte invece da una conclusione obbligata, e poi cerca di adeguare i fatti a tale conclusione (pens

Come i media spagnoli hanno creato i collegamenti tra il Venezuela e l'ETA.

Immagine
Una guerra mediatica contro il Venezuela, senza scrupoli, dove gruppi finanziari proprietari dei media, alleati dei partiti politici e giudici cercano di dirottare verso un "nemico esterno" le colpe del crollo economico che fermenta nella società spagnola. Vergognosa convergenza del governo di Zapatero e del revanscismo neo-coloniale orfano del franchismo. La pubblicazione di un'enorme numero di articoli su questo argomento sui giornali spagnolo ABC, El Mundo e El Pais, per un totale di 150 pubblicazioni in quattro settimane. Un groviglio inestricabile di retorica di facciata, astuzie, tattiche, stereotipi e simboli, latenti standardizzazioni, giochi di ruolo, rituali: ingredienti tradizionali della manipolazione e della guerra psicologica in corso.  Come esposto nel lavoro che segue, molti di questi articoli dimostrano come fatto provato "la collaborazione" del governo del Venezuela con l'ETA e il FARC, prendendo come base di tali accuse precisamente

Sionismo. Il mito dell'Ebreo Errante.

Immagine
Ebreo errante con il cerchio giallo, Praga, XVI secolo © Fototeca nazionale Il mito dell'ebreo errante AUTORE:   Gilad ATZMON جيلاد أتزمون Tradotto da  Manuela Vittorelli  Il professor Shlomo Sand, storico dell'Università di Tel Aviv, apre la sua importante opera sul nazionalismo ebraico citando Karl W. De utsch:        "Una nazione è un gruppo di persone unite da un errore comune sulla propria origine e da un'ostilità collettiva verso i propri vicini ” [1]  Per quanto possa suonare semplice o addirittura semplicistica, questa citazione riassume eloquentemente l'elemento di finzione che è intessuto nel moderno nazionalismo ebraico e soprattutto nel concetto di identità ebraica. Punta ovviamente il dito contro l'errore collettivo che gli ebrei tendono a commettere ogni volta che si riferiscono al loro “illusorio passato collettivo” e alla loro “origine collettiva”. Nello stesso tempo, tuttavia, l'interpretazione del nazionalismo offerta d