"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Gordon Brown auspica un nuovo ordine mondiale dopo la crisi

Traduzione di Giuditta.

"La crisi finanziaria internazionale ha offerto ai leader mondiali un'opportunità unica per creare una società veramente internazionale ", ha dichiarato il Primo Ministro britannico Gordon Brown in un discorso di politica estera.

In occasione del suo discorso annuale durante il tradizionale banchetto del sindaco di Londra, Brown ritiene che la Gran Bretagna, gli Stati Uniti e l'Europa hanno un ruolo importante da svolgere nella formazione di un nuovo ordine mondiale.

"L'alleanza tra la Gran Bretagna e gli Stati Uniti - e più in generale tra l'Europa e gli Stati Uniti - può e deve permetterci di dirigere, non per stabilire noi stessi delle regole, ma per guidare lo sforzo internazionale allo scopo di costruire un ordine mondiale più forte e più equo", ha detto.

Brown, che è stato tra i primi a desiderare una riforma del sistema finanziario e lo sviluppo di piani per affrontare la crisi, ha partecipato al vertice del G20.

"Noi possiamo avanzare insieme perché il 2008 sia ricordato non solo per il fallimento della finanza che ha contaminato il mondo, ma per l'energia e l'entusiasmo con cui abbiamo sfidato la tempesta, l'abbiamo superata e sconfitta", ha affermato Gordon Brown.
Egli ha definito cinque tappe per ripristinare l'economia, a partire dalla ricapitalizzazione delle banche e di un migliore coordinamento delle politiche monetarie e fiscali.

Ha anche fatto appello a delle iniziative immediate per fermare il diffondersi della crisi nei paesi meno ricchi, con l'assistenza del Fondo Monetario Internazionale, ad accordi sul commercio internazionale e alla riforma del sistema finanziario.

In politica estera, il Primo Ministro britannico ha individuato cinque sfide da affrontare per il bene del pianeta: il terrorismo, l'estremismo e la necessità di riaffermare la propria fede nella democrazia; la ripresa dell'economia mondiale; il cambiamento climatico; la ricostruzione di stati membri dopo un conflitto; la lotta contro la povertà e le malattie.

Jodie Ginsberg
Da:http://www.lepoint.fr/actualites-monde/gordon-brown-plaide-pour-un-nouvel-ordre-mondial-apres-la-crise/924/0/290502

0 commenti:

Archivio blog