"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

La Svizzera è entrata nello spazio Schengen a mezzanotte

La cooperazione operativa tra la Svizzera e l'UE stabiliti dal Schengen/Dublino, in materia di: sicurezza, visti e asilo,è inizia Giovedì a mezzanotte, ha annunciato il Dipartimento federale di giustizia e di polizia Svizzero (DEA).

Misure compensative garantiranno la sicurezza mediante il rafforzamento dei controlli alle frontiere esterne e la cooperazione internazionale nelle attività di polizia e giustizia.

Dopo l'abolizione dei controlli sistematici delle persone previste nell'accordo di Schengen permette ai turisti e le persone in viaggio d'affari, provenienti da paesi terzi soggetti all'obbligo del visto, potranno circolare più facilmente nello spazio Schengen in quanto il loro visto Schengen permetterà loro di viaggiare anche in Svizzera.

Gli stranieri che vivono in Svizzera e che non provengono da uno Stato membro dell'UE o dell'EFTA benificeranno anche delle semplificazioni imposte da Schengen: i titolari di un permesso B, C o L non avbranno più bisogno di un visto Schengen. La Svizzera rilascerà anche visti Schengen a partire dal 12 dicembre 2008.

Secondo il Dipartimento, una serie di misure saranno applicate per garantire la sicurezza interna: il rafforzamento dei controlli alle frontiere esterne dello spazio Schengen, l'intensificazione della cooperazione trans frontaliera di polizia e l'ottimizzazione di mutua assistenza giudiziaria.

0 commenti:

Archivio blog