"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

UNA BREVE RISPOSTA ALLA DISINFORMAZIONE SIONISTA

Khalid Amayreh


Quindi, il problema del lancio di "razzi" su Israele (proiettili fatti in casa che fanno più rumore che danno), dovrebbe essere considerata in gran parte come una falsa pista.

Di fatto Israele sta dando ai Palestinesi di Gaza due opzioni, o morire di inedia come conseguenza del blocco o essere sterminati dalla macchina di guerra israeliana.

Effettivamente, questi cosiddetti “razzi" sono nient'altro che una richiesta disperata di giustizia, per la fine del blocco mortale. Gaza è stata ridotta semplicemente ad una moderna Auschwitz. L'unica differenza è che gli ebrei ora stanno svolgendo il ruolo delle SS.

Hamas ha osservato una meticolosa tregua di sei mesi, malgrado la persistenza del blocco nazista che molto assomiglia all'assedio del ghetto di Varsavia nel 1942-43. Nonostante tutto, Israele il 13 novembre, l'Israele ha effettuato un'incursione a Gaza, uccidendo sei persone.

Peggio ancora, Israele hanno ucciso 49 Palestinesi durante il cessate il fuoco. Non un singolo israeliano è stato ucciso.

Inoltre, i centinaia di Palestinesi sono morti perché Israele non permette loro l'accesso all'assistenza medica o alle medicine. Ho visto molti Palestinesi morire agonizzando perché “la luce sulle nazioni" non permette loro di raggiungere l'ospedale distante alcunij isolati. In breve, stiamo parlando di uno stato nazi-giudeo. Dico questo perché quando gli ebrei pensano, si comportano e agiscono come nazisti, diventano nazisti. Diciamo pane al pane, specialmente specialmente quando parliamo dei nostri becchini.

Di conseguenza, è una grande bugia dire che questa è una guerra contro Hamas. Questa è una guerra di sterminio nazista contro la gente della Palestina.

Se la guerra fosse contro Hamas, come i criminali di guerra di Tel Aviv continuano a sostenere, Israele non avrebbe preso di mira i mercati, le farmacie, le università, le abitazioni, le moschee, le istituzioni culturali, le strade, i commerci, ecc.
Soltanto uno stato con un'ideologia Hitleriana prenderebbe di mira un'intera società sostenendo che combatte Hamas! È semplicemente una grande bugia.

Dunque, Israele sta compiendo semplicemente un genocidio… ed in più indiscriminato.

Oggi, persino un eminente rabbino ebreo ha usato il termine “genocidio" per descrivere che cosa Israele sta compiendo a Gaza.

Leggete anche l'articolo di Amira Hass sul quotidiano Ha'aretz: “My brief Response to Zionist disinformation ".

Titolo italiano: "La guerra d'Israele non è contro Hamas, è contro tutti i Palestinesi".

Traduzione di Giuditta.

Da: http://desertpeace.wordpress.com/2008/12/30/my-brief-response-to-zionist-disinformation/

0 commenti:

Archivio blog