"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Terremoto sul web francese: l'indirizzo IP non è più protetto.

Di Giuditta.
Fine della libertà per gli internauti, dopo la censura Italiana: Bavaglio di governo al web
in Francia:
L'identità degli internauti non è più considerato come un dato privato.

Ogni utente di Internet è identificato, sulla rete, da un multi-cifre chiamato IP (Internet Protocol). Per esempio: 128.263.36.45.
E solo i fornitori di servizi (yahoo, libero ...) possono sapere chi è la persona dietro ad ogni indirizzo IP. Queste informazioni sono state considerate private e confidenziali.

Una sentenza della Sezione penale della Corte di Cassazione francese ha cambiato, il 6 febbraio 2009, questo dato di fatto: la presa di conoscenza dell'indirizzo IP non è più soggetto ad un'autorizzazione preventiva da parte della Commissione Nationale Informatique et Liberté (CNIL). Cioè, chiunque può rintracciare gli utenti.
Per soddisfare l'industria o il cinema, che cerca con tutti i mezzi di identificare facilmente i "pirati"! Infatti in caso di copie di musica e film non autorizzate, sarà sufficiente identificare l'indirizzo IP e comunicarlo alle forze di polizia o della gendarmeria.

Per difenderci e fare della resistenza Reporters sans frontières pubblica questa guida (in inglese). E la stessa in francese: guide.
Un manuale che spiega come creare un blog, aggiornarlo e soprattutto fare in modo che non cada sotto la scure della censura. Il testo è stato pubblicizzato il 12 marzo 2008, in occasione della Giornata internazionale contro la cybercensura.

0 commenti:

Archivio blog