"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Le teorie del dott Tullio Simoncini e l'ing.Jim Humble hanno una base scientifica

Articolo originale:
Nature riporta studi di base che conforta le nostre tesi sullo sviluppo del cancro

Nature riporta studi di base che confortano le nostre tesi:

Pyroptosis: host cell death and inflammation

Tessa Bergsbaken1, Susan L. Fink2 [[&]] Brad T. Cookson1,3

Abstract Eukaryotic cells can initiate several distinct programmes of self-destruction, and the nature of the cell death process (non-inflammatory or proinflammatory) instructs responses of neighbouring cells, which in turn dictates important systemic physiological outcomes. Pyroptosis, or caspase 1-dependent cell death, is inherently inflammatory, is triggered by various pathological stimuli, such as stroke, heart attack or cancer, and is crucial for controlling microbial infections. Pathogens have evolved mechanisms to inhibit pyroptosis, enhancing their ability to persist and cause disease. Ultimately, there is a competition between host and pathogen to regulate pyroptosis, and the outcome dictates life or death of the host.

L'articolo dice che la piroptosi (1), un meccanismo fisiologico di difesa che uccide le cellule a seguito di ictus, infarto e cancro, è FONDAMENTALE nel controllo delle infezioni microbiche. Gli agenti patogeni hanno sviluppato dei meccanismo che inibiscono la piroptosi , dandogli la possibilità di persistere, e svilupparsi, propagando la malattia. In ultima analisi c'è una competizione tra agente patogeno e ospite per regolare la piroptosi, e la sua riuscita determina la vita o la morte dell'ospite.

In pratica viene confermato che le teorie del dott.Tullio Simoncini e l'ing.Jim Humble hanno una base scientifica, finalmente, ossia è la capacità degli AGENTI PATOGENI di mantenere in vita delle cellule che il corpo necessita di uccidere per sopravvivere come unità. Nel caso del virus, ciò vuol dire propagare il virus stesso perché la cellula da esso "dirottata" può continuare a replicarsi ed infine quando viene rilasciato nei milioni di copie di virus così ottenuti, possa fare altrettanto ad altre cellule sane che andranno ad infettare. MANTENGONO IN VITA CELLULE CHE DEVONO MORIRE, mentre nascono delle nuove. Ciò è quello che succede nei tumori.
L'MMS, perciò, se viene consegnato nei tessuti come dice l'ing.Humble e fa l'effetto biocida all'interno del corpo come è ampiamente dimostrato che faccia all'esterno (la sua ragione di esistere commercialmente è proprio per questo effetto, essendo il biocida più potente noto all'uomo) allora potrebbe benissimo aiutarci a guarire dal cancro, e quei casi che ci vengono riportati da tutto il mondo di guarigioni possono avere anche una base scientifica oltre che una data dalla "semplice" esperienza volutamente non studiata dall'accademia ufficiale!
Articolo originale:
http://www.nature.com

(1)Piroptosi è una forma di morte programmata delle cellule associate con risposte antimicrobiche naturali durante l'infiammazione.

0 commenti:

Archivio blog