"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Francia. H1N1 nei vaccini dell'influenza stagionale!


Un farmacista rivela su RMC che il vaccino contro l'influenza stagionale contiene anche quello dell'influenza H1N1.
Dunque ci saranno moltissimi vaccinati ignari?
In più, a chi riceve il vaccino normale viene chiesto di farsi vaccinare contro la H1N1  due settimane più tardi, cioè due dosi!
Ancora una manipolazione?
Ci vogliono vaccinare tutti?
Ma cosa c'è in questo vaccino? Perché imperativamente DUE DOSI?

3 commenti:

paolo ha detto...

Si, in effetti, ce lo chiediamo tutti da un bel pò il motivo per il quale tale vaccino viene così caldamente consigliato.

Che cosa ci sta dentro di tanto importante per continuare ad additarlo come una panacèa?
Eppure ad un laboratorio indipenedente ed attrezzato non dovrebbe essere difficile individuare i principi attivi in esso contenuti insieme ad eventuali minutissimi 'microchips'.

Credo poco all'affermazione del farmacista francese secondo la quale nel vaccino contro l'influenza stagionale sia contenuto anche il virus H1N1.

Ho visto un sacco di vaccinati contro il virus stagionale e posso assicurare che gli effetti collaterali sono stati per fortuna assai limitati. Quasi mai i vaccinati hanno avuto seri problemi a differenza di quelli inoculati contro il virus suino.

giuditta ha detto...

Paolo, secondo te perché non fanno vendere i vaccini H1N1 in farmacia? Perché i medici generici o gli ospedali non possono nemmeno vedere da lontano una dose di vaccino? Perché utilizzano infermiere non ancora diplomate e obbligate a farlo se no cattive note sul libretto di studi? Perché vaccinano la gente nei ginnasi, negli aeroporti (Albi), ecc. in posti inadatti e persino senza un lavandino a portata di mano per lavarsi le mani (molte infermiere si sono lamentate, ho molte testimonianze)? Perché dei protocolli speciali che descrivono la posizione particolare della siringa e il modo di iniettare il vaccino inusuale (prossimo argomento di cui mi occuperò a breve)? Attenzione, per "vedere" i nano-chip bisogna avere il vaccino e un microscopio elettronico! Chi può avere tutti e due?
Il farmacista dice il vero...ho le foto della composizione dei vaccini stagionali su un altro video francese (ho riservato la sorpresa per i soliti disinformatori prezzolati delle case farmaceutiche...). Il vaccino H1N1 ha bisogno di due dosi per agire, forse le due dosi contengono DNA robottizzato che si combina in due tempi...
Per favore puoi controllare in Italia se la stessa truffa esiste, controllare la composizione dei vaccini stagionali italiani? Io non vivo in Italia.

paolo ha detto...

I vaccini contro l'influenza stagionale sono terminati e pertanto non sono in grado di verificare.
Come noto la varietà cosiddetta 'adiuvata' conteneva squalene - aspetto lattescente - ma nessuno, stando almeno al foglietto illustrativo,il thimerosal.

Per verificare cosa c'è dentro i vaccini contro la suina bisognerebbe disporre di un laboratorio di biologia molecolare altamente sofisticato. Su quale potremmo fare affidamento?

Su nessuno in quanto bisognerebbe rivolgersi o ad un istituto di ricerca oppure - udite, udite - a quello di una casa farmacuetica.

Archivio blog