"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Una scomoda verità su Al Gore

Di Leonardofaccoeditore

31 gennaio 2008



NON TROVANDONE NEMMENO UNO, AL GORE AEROGRAFA URAGANI PER IL SUO NUOVO LIBRO
di Anthony Watts


Il nuovo libro di Al Gore ha un problema – nessun grande uragano dopo Katrina da mettere sul libro per farlo sembrare minaccioso agli Stati Uniti. Qualsiasi collegamento immaginato fra gli uragani e il riscaldamento globale è evaporato.

Soluzione: l’aerografia artistica.
Ryan Maue, esperto di uragani dell’università della Florida, scrive:

Anthony,


Non ci sono molti uragani qui.

La copertina si apre e chiude una metà sull’altra, così potete vedere solo un uragano…come nella foto del comunicato stampa o in quella su Amazon. Ma questa è la reale sequenza dell’immagine dal libro che ho guardato oggi da Borders e della quale ho fatto una foto col cellulare. L’originale (prima del ritocco di qualche “artista”).
Notare tutto il ghiaccio artico e la dimensione della penisola della Florida…

Ecco il prodotto finale:


Ora con 4 terribili uragani. Hey dov’è il ghiaccio?

Un ciclone nano dell’emisfero sud è al largo della Florida, un altro uragano è seduto sull’equatore al largo delle coste del Perù – e il ghiaccio artico è andato (forse è estate) e la penisola della Florida è andata per metà.

Ci sono altre differenze che sono sicuro troverete – ma gli uragani sono sciocchezze..
Ryan

Ecco la copertina del libro:


Sciocchezze? Non più dell’allarmismo, specialmente quando è stato dimostrato ancora una volta che non c’è alcun legame tra uragano e riscaldamento globale, e ci troviamo in un trentennio con una minima presenza di uragani.

Sig. Gore, lei è un ciarlatano.

Fonte: http://wattsupwiththat.com/2009/11/19/not-finding-any-gore-airbrushes-in-hurricanes-for-his-new-book/

Tradotto e segnalato per Voci Dalla Strada da Andreaatparma

0 commenti:

Archivio blog