"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Paolo Barnard su Facebook.


Faccio appello a chiunque abbia aperto i fans club o gli spazi a mio nome su Facebook di chiuderli immediatamente. Li detesto, e contraddicono tutto il mio lavoro. Chiedo a chi vi si è iscritto di abbandonarli se avete considerazione per quello che faccio. Sono mesi che contatto alcuni di quelli che li hanno aperti, ma non mi ascoltano. Contatto i fans e le fans e gli chiedo che diavolo ci stanno a fare lì, ma non mi credono e mi danno dell'impostore. Tento di scrivere messaggi sulle bacheche di quel sito assurdo ma non compaiono. Prego ora chiunque mi possa aiutare a sparire da Facebook, hackers inclusi, di fare qualcunque cosa per aiutarmi a scomparire da quel luogo. Non ho lavorato 24 anni e pagato i prezzi che ho pagato per ritrovarmi in un social network lobotomizzante con tanto di fans e tifosi. Non è questo che deve accadere, così si nega tutto il mio pensiero. Non so più a chi rivolgermi.

Paolo Barnard

3 commenti:

paso ha detto...

assurdo che sia possibile aprire un account per conto terzi visto che in Rete non esiste un vero anonimato.
il "danno" che può fare un sito come facebook dipende anche da questa possibilità.

la predisposizione acquisita dalle... masse ad autoschedarsi in ambienti simili (per affermare una propria personalità spersonalizzandosi?!?) è preoccupante e la dice lunga sulla dimensione mentale predominante con la quale dobbiamo fare i conti quando cerchiamo di diffondere informazione indipendente.

scusate l'ignoranza, ma non è possibile contattare gli amministratori per far eliminare il proprio nome?
abbiamo sempre più doveri ma ci mancano i diritti fondamentali!

buon lavoro Paolo e grazie dell'ospitalità a TUTTUNO.

elisa ha detto...

è possibile, purtroppo.
quello creato (e rimasto per ora saldamente online con più di 1000 iscritti) non è un tipico account, ma una pagina-fan. peccato che usi la prima persona singolare, e per chi ci arriva sembri lui che parla...
ho segnalato le pagine agli amministratori, ho scritto a tutti i fondatori di gruppi e anche a chi aveva lasciato messaggi recenti nelle varie bacheche, e molti si sono mossi in tempi rapidi, ringraziando per la segnalazione.

il mio consiglio è di fare lo stesso, nella speranza che più segnalazioni arrivano ai vari gestori delle pagine, più in fretta finirà questa faccenda.

Lella Stella ha detto...

E' senza dubbio assurdo, Paolo carissimo, che qualcuno si permetta di aprire un account a nome tuo.
Non credi però che fra i pochissimi meriti di quel network lobotomizzante, che anch'io detesto, ci sia quello di poter divulgare in fretta un pensiero (il tuo) che altrimenti rischia di rimanere ignorato, o di diffondersi troppo tardi?
Facebook e Twitter, in fin dei conti, hanno efficacemente contribuito all'organizzazione dei movimenti popolari che hanno portato alla rivolta in Egitto e in Tunisia.
Anche YouTube è spesso un sito per lobotomizzati, ma insieme con una marea di stronzate vi si trovano anche contributi di alto livello; se non fosse stato per YouTube, io non avrei mai ascoltato nulla di tuo.
Io comunque ci tengo a diffondere personalmente il tuo messaggio: ci sono dei canali (efficaci) attraverso cui gradiresti che questo fosse fatto?
Un abbraccio.

Archivio blog