11 settembre. Troppo veloci per essere Boeing 767

Nota di Giuditta: "I disinformatori si stanno arrampicando sugli specchi :) dicono che sono io che ho scritto il rapporto!! non sanno più che inventare. Hanno paura di perdere il posto?
Effettivamente il loro datore di lavoro dovrebbe assumere della gente meno ignorante, in generale, e con un vocabolario più fornito, in particolare. Sono divertenti, ma incominciano ad annoiare.
Una cosa mi fa piacere, hanno paura di me!! Hanno paura che molta altra gente apra gli occhi e che il mio piccolo contributo possa aiutare la causa della verità. Sono felice di essere un sassolino nella loro scarpa e di fornire qualche informazione in più per aiutare la VERITA'"

Il rapporto ufficiale del National Transportation Safety Board (NTSB) sui due aerei che colpirono il World Trade Center, l’11 settembre 2001, dimostra che volavano rispettivamente a 945 km/h e 796 km/h.
Tuttavia, l’associazione statunitense Pilots For 911 Truth rileva che, secondo il costruttore, il Boeing 767 non è più manovrabile se va oltre i 660 chilometri all’ora. Questi dati sono stati confermati dall’ex dirigente della NASA, Dwain Deets.
Ne consegue che gli aerei che hanno colpito il World Trade Center non potessero essere gli aerei di linea dei voli United 175 e American 11.
Nell’Incredibile Menzogna, Thierry Meyssan aveva sollevato la possibilità che velivoli militari avessero sostituito gli aerei di linea, secondo le procedure dell’Operazione Northwoods (p. 168 dell’edizione originale).
I documenti della NTSB, declassificati su richiesta di Pilots For 911 Truth, avevano già dimostrato che la porta della cabina di guida del volo American 77 era rimasta chiusa dal decollo fino a quando si persero le sue tracce, e dichiarato che si fosse schiantato sul Pentagono. Ne consegue che questo aereo non poteva essere dirottato.

http://www.voltairenet.org/article166631.html


0 commenti:

Archivio blog