"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

11 settembre: Analisi del professor David Chandler

David Chandler professore di fisica negli Stati Uniti analizza le immagini della caduta della seconda torre del World Trade Center a New York l'11 Septembre 2001.
Ecco qualche affermazione del prof. David Chandler a proposito delle analisi scientifiche di tale accadimento:

« Tutto quello che è accaduto durante il crollo stesso – le prove o gli indizi che abbiamo visto qui è stato chiaramente scartato dall'indagine [ufficiale del NIST]. Qualsiasi modello dell'analisi del crollo [...] è un modello imperfetto ed è cattiva scienza, se non tiene conto di tutti gli elementi a disposizione per spiegare le osservazioni reali. »
Dichiarazione sensata, ma tutti i pro-NWO e chi difende la teoria ufficiale del complotto islamico cercano in tutti i modi di imporre la loro opinione su internet o nei media ufficiali, rifiutano categoricamente di includere nei loro lavori una tale evidenza scientifica!

 

Nel filmato seguente, il professor attira l'attenzione sulle numerose egezioni « esplosive » dei materiali che si sono prodotte durante il crollo.



L'osservazione è alla base della scienza. Ma i rapporti ufficiali - che sostengono un crollo "a pila di piatti" in seguito ai danni causati dall'impatto degli aerei, e dal fuoco - ignorano queste espulsioni  splosive di materiale che tuttavia possono essere osservate sui filmati del  WTC.
  
Le immagini mostrano inoltre travi di acciaio che pesavano fino a 20 tonnellate, proiettate orizzontalmente a più di 200 metri di distanza, e ad una velocità a volte raggiunge i 110km/ h.
Anche questo fenomeno è stato ignorato dai rapporti ufficiali.
L'ipotesi di una deliberata distruzione è supportata da diversi studi scientifici che concludononella presenza di esplosivo tra le macerie del WTC, compreso uno studio internazionale scritto da nove ricercatori e pubblicato nel 2009 nella rivista scientifica "Open Chemical Physics Journal". Guardate assolutamente l'edificante intervista dello scienziato Niels Harrit, co-autore di questo studio, realizzata dal canale televisivo danese TV2 6 Aprile 2009:


0 commenti:

Archivio blog