"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Sclerosi Multipla guarire eliminando la CCSVI. L'intervento che la Big Pharma non ama.

La Chronic cerebro-spinal venous insufficiency (CCSVI):



L'altro giorno, navigando nel web ri-scopro che il Diabete è un intossicazione che si può curare (senza medicine), oggi ri-scopro che la Sclerosi in Placche è un intossicazione che secondo alcuni studi, in corso di valutazione, (Big Pharma permettendo!) può guarire con un gesto chirurgico ...
Ho messo insieme quattro video (e annotazioni) di una simpatica ragazza italo-canadese malata di sclerosi che vi spiegherà la sua avventura con la CCSVI. Una storia ad "episodi" con  un piccolo suspence molto commovente (spero che gli sciacalli di Cattivissimo, se la prendano solo con me, e non con lei ...):

 

1- CCSVI: I liberati del Dottor Zamboni Nov 09

Paolo Zamboni e`un professore di medicina presso l'Università degli Studi di Ferrara in Italia. E`un dottore determinato a risolvere il mistero della sclerosi multipla - una malattia che colpisce le persone nel pieno della loro vita, ma le cui cause sono sconosciute e i cui trattamenti efficaci sono pochi e non troppo buoni.
Ciò che ha imparato nel suo lavoro di indagine medica, spolverare vecchi trattati e con ultra-moderne tecniche di imaging, potrebbe trasformare ciò che sappiamo sulla SM: la ricerca Dr. Zamboni suggerisce che MS non è, come si crede, una condizione autoimmune , ma una malattia vascolare.

Ancora più radicale, e`il fatto che offre la speranza a tutti coloro che soffrono, e che sono piu`di 2,5 milioni di persone in tutto il mondo, di venir curati.
Utilizzando gli ultrasuoni per esaminare le navi leader dentro e fuori il cervello, il Dott. Zamboni ha fatto una sorprendente scoperto: più del 90 per cento delle persone con sclerosi multipla, le vene di drenaggio del sangue dal cervello sono malformati o bloccati. In persone senza SM, non lo sono.

Il dottore ha ipotizzato che il ferro danneggia i vasi sanguigni e i metalli pesanti attraversano la barriera del cervello. (La barriera di sangue e liquido cerebrospinale separata).
Nella SM, le cellule immunitarie attraversano la barriera emato-encefalica, dove distruggono la mielina, la guaina che ricopre i nostri nervi.)
Ancora più sorprendente è che, quando il dottor Zamboni ha effettuato una semplice operazione di che ha liberato le vene, il sangue scorre di nuovo normalmente e molti dei sintomi della SM scompaiono. La procedura è simile a angioplastica, in cui un catetere è messo nell'inguine nelle arterie, dove un palloncino viene gonfiato per cancellare i blocchi. Sua moglie, che aveva fatto l'operazione tre anni fa, non ha avuto un attacco da quel momento.

La teoria del ricercatore è semplice: dice che la causa della sclerosi multipla è una condizione che lui ha definito "l'insufficienza venosa cronica cerebrospinale." Se si affronta questo problema riparando i problemi di drenaggio dal cervello, è possibile trattare la malattia con successo, o meglio ancora curarla.
"Se questo viene dimostrato in modo corretto, sarà una grande scoperta, perché faremo cambiare completamente il nostro modo di pensare alla sclerosi multipla cambiera`il modo di curarla" ha detto Bianca Weinstock-Guttman, professoressa di Neurologia presso l'Universita` dello stato di New York, della citta`di Buffalo.
Anche se gli studi fatti in Italia erano piccoli, i risultati sono stati incredibili. In un gruppo di 65 pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente (la forma più comune) che hanno subito un intervento chirurgico, il numero delle lesioni attive nel cervello sono notevolmente diminuiti, dal 12 per cento al 50 per cento e, nei due anni dopo la chirurgia, 73 per cento dei pazienti non avevano alcun sintomo.
"Sono fiducioso che questo potrebbe essere una rivoluzione per la ricerca e la diagnosi della sclerosi multipla"
PER INFORMAZIONI, SCRIVERE AI SEGUENTI INDIRIZZI:

- Ufficio di Pubblic Relations, all' Universita`di Ferrara, scrivete a: laura.barbaro@unife.it
- Ufficio di Pubblic Relations dell'Ospedale di Santa Anna a Ferrara, dove il Dr. Zamboni continua la sua ricerca, scrivere a: urp@ospfe.it
- Team del Dottor Zamboni all'universita`di Ferrara e all'Ospedale di Santa Annna, potete scrivere a: centroilbene@gmail.com

You can go to the following like on Facebook to learn more about this:

Per coloro che parlano l'inglese, ecco le news che sono apparse in uno show della televisione canadese:
http://www.ctv.ca/servlet/ArticleNews...



[ ... ]Quattro giorni prima, mi sono presentata allospedale portando con me le istruzioni del test che ho trovato sullinternet sul seguente sito http://csvi-ms.net/files/multiple%20sclerosis-USG.pdf e che sono state scritte dal dottor Marian Sinka e ho richiesto di parlare con la persona che mi avrebbe fatto lultrasound.[ ... ]


In questo video posso finalmente far sapere a tutti che ho l'insufficienza venosa cronica cerebrospinale (CCSVI) anche io!
Sono una persona affetta da sclerosi multipla e da CCSVI come tanti altri pazienti che ho incontrato durante il mio cammino!
Ho scoperto di avere questo problema vascolare circa un mese fa, dopo l'incontro con il dottor Byung Boong Lee che lavora per una rinomata istituzione medica nella città di Washington DC.
In questo video condivido alcuni passi fatti nei due mesi passati, parlo del mio cammino verso la liberazione e del convegno al quale ho partecipato a Luglio. Spiego, inoltre, ciò che sto facendo per avvicinarmi alla liberazione e a quale studio conto di partecipare per dare supporto alla scoperta del Professor Zamboni.

TUTTO QUESTO E`GIA`CAMBIATO!!!
Ho fatto questo video due giorni fa e lo studio è già stato fermato! ...E io che pensavo che era solo la malattia a cambiare velocemente e a portarci sorprese! Ma mi sbagliavo di grosso perché, come potete vedere anche voi, varie cose possono cambiare nel giro di minuti proprio come cambia la sclerosi!
Lo studio e`stato fermato e mi e`stato detto che ciò e`stato fatto affinché i neurologi possano controllare i dati e vedere se questa operazione ha portato cambiamenti positivi ai pazienti che hanno fatto la liberazione.
Lo studio e`stato fermato per fare ciò che deve essere fatto per ottenere il permesso di continuare...ma, per ora, nessuno sa quando (e se) lo studio verrà ripreso.

Per finire, nella seconda parte del video spiego ciò che penso di aver bisogno per migliorare e per rallentare o fermare il corso di questa malattia. Dato che ho sempre pensato che essa e`parzialmente causata e resa più aggressiva pure da problemi e da cause emotive, da traumi di diverso tipo e da particolari eventi che sono avvenuti nel corso della nostra vita, condivido i miei pensieri e le mie idee al riguardo.
Inoltre, vi faccio sapere che mi troverò in Italia molto presto e che spero di incontrare alcuni di voi! Arrivederci a Ottobre!

Se volete scoprire di più riguardo alla scoperta del Professor Zamboni, potete controllare i seguenti siti:

http://www.fondazionehilarescere.org/

http://www.facebook.com/pages/CCSVI-nella-Sclerosi-Multip...


Informazioni:

Insufficienza cerebrospinale venosa cronica (CCSVI) e SM

0 commenti:

Archivio blog