"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Le Maldive affondano! No. E' solo terrorismo climatico.


Terrorismo climatico. Un albero dimostrava che il mare in 50 anni non si era alzato di un centimetro. Un gruppo di ambientalisti australiani lo sega.

Piatto ricco, mi ci ficco. Deve aver pensato questo il presidente delle Maldive quando, il 17 ottobre 2009, ha tenuto - in mondovisione - una riunione di governo sott’acqua, con tanto di maschera da sub e bombole, per richiamare l'attenzione planetaria (e soprattutto gli aiuti della comunità internazionale) sulla fine prossima ventura, come Atlantide, delle sue isole. Già: dice che si inabisseranno per via dell'ineluttabile innalzamento degli oceani. Il quale è colpa del famoso riscaldamento globale. Il quale è responsabile (così dicono gli «esperti») della glaciazione che non ha ancora finito di mettere in ginocchio Europa e Usa.
Com'è noto, qualunque cosa succeda, caldo, freddo, terremoti, tsunami, è colpa del Global Warming (qui in Italia del governo Berlusconi). Certe bufale (ricordate l'influenza suina?) hanno le gambe corte, ma certe altre le hanno così lunghe da meritare Oscar e Nobel. Come questa del disastro climatico imminente. Per fortuna esistono, qua e là, molte filiali del celebre e antico club degli «apoti» (coloro che non la bevono). In Italia a guardia delle bufale climatiche abbiamo - oltre alla nostra firma Fancesco Battaglia - la benemerita agenzia SviPop.org (Sviluppo & Popolazione), diretta da Riccardo Cascioli. Nel suo numero 120 (16 gennaio u.s.), a firma di Luigi Mariani, riporta una lettera aperta inviata (vanamente) da un fior di scienziato al citato presidente delle Maldive, Mohamed Nasheed, nella quale si prega il destinatario di smetterla di terrorizzare il suo popolo a scopi elettorali e/o finanziari. 

Leggi tutto: 

3 commenti:

@lice ha detto...

Come studentessa di Scienze Naturali sono particolarmente colpita dalla Bufalla dell'Effetto Serra Antropico: ho cognizioni sufficenti x capire che è una bufala, ma sono cosatretta a impararrla all'università e ripeterla agli esami... e dopo il caso Climagate nulla è cambiato (scritti un articolo su tale caso, che in un mondo normale avrebbe dovuto tagliare le gambe alla bugia dell'effetto serra: http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com/2009/12/copenhagen-il-climagate-e-la-bufala-del.html ).

Nel mio articolo sul Climagate parlai anche della buffonata del consiglio subacqueo alle maldive: un idiozia, anche senza menzionare la proba-albero segata dai solerti ambientalistoi!
Insomma, non solo le maldive sembra che non siano x essere sommerse, ma loro, come altre isole simili, sono ATOLLI CORALLINI DOVUTI A ISOLE VULCANICHE, e come scrissi nel mio post ( http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com/2009/12/copenhagen-il-climagate-e-la-bufala-del.html ) all'università ho studiato che il ciclo di vita di un isola vulcanica corallina è fatto di una prima fase in cui un vulcano sottomarino cresce x le eruzioni sino ad emergere e attorno si forma una cinta di coralli, seguito da una lunga fase in cui il vulcano sprofonda nel fondale (subsidenza) x via del proprio peso e i vcoralli continuiano a crescere sino a quando il vulcano non torna sottomarino e non rimane soli un atollo corallino (un semicerchio di coralli e tarlvolta sabbia), poi quando la subsidenza diventa + rapida della crescita dei coralli pure l'atollo si inabissa.. Quindoi anche nei casi in cui un isola tropicale sembra essere sommersa progressivamente dal mare, solitamente NON è il mare che si innalza ma l'isola che sprofonda x subsidenza come è normale x tali isole!
esattamente come Venezia non sprofonda x via dell'innalzamento marino ma perchè le sue fondamenta vanno giù...
Quindi quella delle maldive è una pagliacciata propagandistica che sfrutta l'ingroranza geologica della gente comune!

by
@lice
http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com

Giuditta ha detto...

E' vero! Non avevo pensato alle isole coralline! Appena ho un po' di tempo corro a leggere i tuoi articoli, grazie per i link.

@lice ha detto...

Io ho pensato alle isole coralline solo perchè nel corso di paleontologia ci hanno spiegato il ciclo delle isole coralline (che poi sono tutte isole vulcaniche attorno alle quali crescono coralli) poichè la liguria un tempo era ricchissima di coralli e per studiarne i fossili bisogna capire anche il ciclo di come si formano e sprofondano. Se non fosse x questa coincidenza manco io avrei pennsato a ciò e avrei giustificato la loro "sommersione" con una bufala mediatica + che con un effettivo sprofondamento delle isole. Per fare propaganda puntano sull'ignoranza della gente: se non lo hai studiato x qualcjhe motivo è appunto difficile che tu sappia che un isola vulcanica sprofonda, e allora pensi che sia il mare ad innalzarsi...
Come adesso che negano la prevedibilità dei terremoti quando sui miei libri di geologia si asserisce il contrario...

ciao
by
@lice (Oltre lo Specchio)
http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com

Archivio blog