"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Francia. Il mega-schedario per le persone oneste è nato.

Le Point.fr 06/03/2012-07/03/2012
I deputati francesi hanno votato Martedì 6 a favore della creazione di uno schedario di identificazione con i dati biometrici di tutta la popolazione francese.  

Martedì il Parlamento ha approvato con un voto dell'Assemblea, una legge per lottare contro il furto di identità, istituendo un megafile di dati biometrici di tutti i francesi. Il testo è stato adottato con 285 voti pro, dell'UMP e del nuovo centro, che difendono un meccanismo "efficace e pragmatico", e 173 voti contrari.
La nuova legge, contro la quale i socialisti faranno appello al Consiglio costituzionale, mettera' in atto una carta d'identità biometrica ed una banca dati centralizzata, al fine di lottare contro il fenomeno del furto d'identità che colpisce diverse migliaia di persone all'anno: 15.000 (!!!) nel 2009, ha detto il deputato dell'UMP Eric Ciotti.
La nuova carta d'identità sarà dotata di due chip: il primo conterrà tutti i dati biometrici di ogni individuo (stato civile, indirizzo, altezza, colore degli occhi, impronte digitali, ecc), il secondo, facoltativo, servirà come firma elettronica su Internet per scambi commerciali e amministrativi.

[ ... ]

Questa legge, secondo Marco Dolez (FG), "esporrà il nostro Paese a dei ricorsi legali presso la Commissione europea dei diritti dell'uomo, ed è grande il rischio che la Francia sia condannata."
"Nessuna democrazia ha avuto il coraggio di fare un passo simile"
ha detto Jean-Jacques Urvoasdel PS
"nessun sistema informatico è impenetrabile, ogni database può essere violato." 
Mr. Dolez ha parlato contro il chip per gli acquisti su Internet sulla carta d'identità, in quanto "non dovrebbe essere messo al servizio del commercio online"

Al contrario, Eric Ciotti ha difeso "un testo, pratico, pragmatico e protettore delle nostre libertà civili," che permette di combattere "contro un flagello che scombussola la vita delle vittime." (nota di Giuditta|: schedare milioni di persone oneste, per proteggere solo 15 mila vittime circa all'anno!!!)
Un argomento difeso da Pascal Brindeau (NC) che ha ribadito "la maggioranza tenta di fornire soluzioni pratiche e l'opposizione si compiace in atteggiamenti politici".

Fonte:
http://www.lepoint.fr/high-tech-internet/le-parlement-valide-le-megafichier-des-gens-honnetes-06-03-2012-1438509_47.php

1 commenti:

corrado ha detto...

difficile evitare di scrivere insulti ma ci provo; chiunque collabora con questi progetti si inchina letteralmente ad un progetto demoniaco

Archivio blog