"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Tele Toscana Nord. I reali motivi della crisi.




Un plauso a TeleToscana Nord per aver mandato in onda questo coraggioso servizio che, in maniera semplice e chiara, analizza i motivi (reali) della cosiddetta "crisi". Un video da vedere e condividere ovunque. Finalmente anche i media locali cominciano a prendere in considerazioni determinate tematiche troppo frettolosomente e boriosamente snobbate e svilite dall'informazione "tradizionale".

Da leggere:
LA BANCA CENTRALE E LA MONETIZZAZIONE DEL DEFICIT PUBBLICO DELLO STATO
Cosa può fare una banca centrale a moneta sovrana rispetto a una banca centrale a moneta non sovrana? Qual è la vera differenza fra la Federal Reserve degli Stati Uniti e la BCE europea? Come può finanziare i suoi deficit pubblici uno stato sovrano? Per chi vuole capire in quale pasticcio sia cascata l’Italia (o la Grecia) aderendo all’eurozona e rinunciando alla propria sovranità monetaria, queste sono le domande più impellenti a cui bisogna dare risposta.

0 commenti:

Archivio blog