"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Shlomo Sand: "Credevo esistesse un popolo ebreo, ma poi sono cresciuto ..."


Shlomo Sand partecipa al FestivalStoria 2011 presso l'Università di Torino sul tema: inventare un popolo per costruire una nazione.
Il video riporta l'interessante punto di vista di Shlomo Sand e sullo sfondo il tentativo mal riuscito degli amici di israele di boicottare l'iniziativa culturale.
"Ci siamo fatti sentire perché non ci lasciavano fare domande" replica a Repubblica il libraio Pezzana che per l'occasione cercava inutilmente la provocazione indossando una kefiah.
Il giornale Repubblica liquida a suo modo l'evento organizzato e diretto da Angelo d'Orsi, intitolando il suo articolo con:
Lite in nome di Israele.

Informazioni supplementari:
Lo smantellamento di un mito: COME FU INVENTATO IL POPOLO EBRAICO

0 commenti:

Archivio blog