"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

«I Venditori di Malattie » (documentario di France 2)


Per più di sei mesi, i giornalisti di CASH INVESTIGATION hanno indagato sulle pratiche dell'industria farmaceutica e hanno scoperto, con prove alla mano, l'incredibile:
negli ultimi quindici anni, i grandi laboratori inventano malattie per vendere sempre più farmaci! False patologie, sindromi fittizie ..., questa pratica a fini commerciali può seriamente danneggiare la salute a causa degli effetti collaterali di questi farmaci.

Ogni Venerdì sera, il nuovo programma di Elise Lucet esamina un soggetto economico e di consumismo al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica. 
"Mostriamo ciò che nascondono il marketing e la comunicazione di questi giganti. E' noto che i giornalisti e gli addetti stampa lavorano di comune accordo, mentre, qualche volta, i loro interessi divergono. Volevo interrompere questo tran tran. Interrompere queste interviste complici e ricavarne informazioni più sensibili e decisamente inquietanti. Mostrare in che modo questi professionisti della comunicazione, a volte cercano di intrappolarci, giornalisti e cittadini. Dopo le nostre inchieste, termineremo ogni puntata, con la storia di una persona che e' riuscita, con convinzione e determinazione, a piegare uno di questi grandi gruppi."

 
La Prima Puntata: I Venditori di Malattie
Magazine d’investigation "Cash investigation" 
Trattiamo, dice Elise Lucet, di alcuni laboratori che inventano da A a Z una patologia e che corrisponda  alla nuova molecola da loro stessi messa a punto.
I laboratori Merck e Sanofi saranno i protagonisti di questa inchiesta inedita.

Alla fine della puntata sara' la volta di Senthikuma Shanti, una donna indiana di 34 madre di due bambini
Shanti è una di quelle centinaia di donne in Kerala, uno stato nel sud-ovest della penisola indiana, che hanno combattuto per anni contro la Coca Cola che, per esigenze produttive della sua soda, vietava l'accesso all'acqua potabile la gente del Kerala. Dopo diversi anni di lotta in tribunale, i manifestanti hanno ottenuto la chiusura della fabbrica.
==================================


L'inchiesta: la « syndrome de la bedaine »

Qualche anno fa, il telegiornale delle 13 della stessa France 2 dava la notizia della scoperta di una nuova malattia la « syndrome de la bedaine », (sindrome del grosso ventre o sindrome metabolica) associata a diabete e colesterolo. Con la partecipazione speciale di molti medici "allarmati".
Sul set di C dans l'air (France 5), ​​la partecipazione degli stessi medici allarmisti. Ma pochi mesi dopo ... il ventre si è sgonfiato. Era una semplice balla "gonfiata" da Sanofi (con la complicità dei medici) per vendere un nuovo farmaco (che sara' rapidamente vietato alla vendita).
"Sulla "sindrome della pancia", ci siamo fatti intrappolare, ammette. Abbiamo fatto parte, a dispetto di noi stessi, della campagna di comunicazione del laboratorio. L'ho detto anche al giornalista che aveva realizzato il reportages per il telegiornale. Era stupita, disgustata. Recentemente, durante le riunioni di redazione, siamo dieci volte più vigili per detectare meglio i piani di comunicazione. Prima di lanciare un sogetto sulla "salute", spesso ci informiamo presso due o tre medici indipendenti. Attenzione, io non sconfesso il lavoro che facciamo durante il TG delle 13. Entrambi gli esercizi sono complementari. Ma ci fa bene scavare in profondita' questi argomenti, per assicurarci una qualche forma di diritto di replica."
Oramai, Elise Lucet dice di essere vaccinata contro i trucchi della comunicazione. 
L'inchiesta smantella le strategie dei laboratori, punta sui conflitti d'interesse, chiede ai medici responsabili di rendere conto delle loro posizioni.
"Oramai dobbiamo evitare gli addetti stampa e sorprendere i dirigenti sul loro terreno, metterli difronte le loro contraddizioni."
La giornalista fa domande delicate, precise, le ripete sventolando loro le prove sotto il naso. Uno stile incredibile rispetto a quello che eravamo abituati a vedere sul servizio pubblico.
"È più facile svolgere questo genere d'indagini, ora che non dipendiamo piu' direttamente dalla pubblicita'", dice la responsabile di France Télévisions.


Cash investigation : les vendeurs de maladie... - Telerama_BA

Il documentario completo, in francese, qui in playlist:
http://www.youtube.com/watch?v=snDgOB33KlY&feature
Fonte:  http://television.telerama.fr

0 commenti:

Archivio blog