"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

NWO. L'urlo di un montone che si rende conto che la cospirazione non è un mito.




Mi ricordo dell'epoca in cui chiunque osasse fare la minima critica della versione ufficiale dell'11 settembre era considerato uno stravagante visionario pronto per la camicia di forza.
C'è voluto del tempo ma oramai i documentari del movimento per la verità sono diffusi dai media mainstream e molte persone non esitano a esporre pubblicamente il loro scetticismo.
L'elenco di tutte le teorie della cospirazione che finiscono per essere dimostrate è lunga, una lista che include la crisi, il fallimento delle nazioni, i pericoli dei vaccini (un'idea finalmente presa sul serio dal pubblico durante la campagna di vaccinazione del 2010), la terza guerra mondiale, le popolazioni microcippate (nel 2013 negli Stati Uniti), il governo globale, le reti di influenza (Bilderberg, Trilaterale e CIA ...) e centinaia di altri progetti sponsorizzati da un'élite al servizio di un nuovo ordine mondiale.


E' vero che dal punto di vista "cospirazionista" il mondo rassomiglia ad un film di fantascienza.
Tra androidi, cyborg, mostri di tutti i tipi, le teorie della fine del mondo, non vi è più spazio per lanormalità diffusa attraverso i mezzi di comunicazione.
Scegliere tra le pantofole di Jean Pierre Pernault ( giornalista di TF1) o i cannibali e gli zombie di Miami.
O, come un moderno Amleto, continuiamo a dirci
"Decisamente c'e' del marcio sulla Terra"
e proviamo a cercare la verità setacciando il web. Oppure rifiutiamo tutto in blocco e decidiamo di continuare a vivere l'illusione collettiva come nel film Matrix.

[ ... ]
Questo comportamento è simile ad una totale negazione della realtà, dimenticati terremoti, tsunami, Fukushima, orde di indigenti che la crisi ha gettatto sul lastrico e catastrofi naturali; conta solo il benessere che il sistema  in cui viviamo apporta e non consideriamo per un secondo che lo stesso sta cadendo a pezzi, mentre l'elite globalista ha a disposizione (ndt. centinaia) di santuari sotterranei  in cui potersi rifugiare.

Ci sarà comunque un segnale molto chiaro, che sara' molto difficile da ignorare, apparirà nel cielo prima come una stella (o una cometa) molto luminosa, che prendera' la forma di un piccolo sole.
E' solo allora che i montoni inizieranno a preoccuparsi, e allora verrà fuori dalla loro bocca un enorme grido di stupore, un po 'come un montone che si rende conto che sta per finire al macello:

0 commenti:

Archivio blog