"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Siria, i ribelli, 95% sono stranieri! Rapporto dei servizi segreti tedeschi.

Un diplomatico francese confessa: "Questi rinforzi,  politicamente e militarmente imbarazzanti,sono taciuti da parte dei media ufficiali"

Il 95% dei "ribelli" in Siria sono stranieri.

L'intelligence del Servizio federale tedesco  (Bundesnachrichtendienst, BND) ha dimostrato che solo il 5% degli uomini armati in Siria sono siriani e il resto è costituito da elementi di origine straniera.
In effetti, il quotidiano tedesco "Die Welt", ha annunciato che il servizio di intelligence federale ha a disposizione una relazione dettagliata ufficiale sulla nazionalità dei ribelli in Siria, così come i luoghi in cui sono distribuiti in Siria. Secondo il rapporto, la maggior parte di questi uomini armati di origine straniera la cui adesione ad Al Qaeda è "probabile". Il rapporto stima a 14.800 il numero di ribelli in Siria. 
Si noti che uno dei comandanti dei ribelli armati e stato ucciso nel sud-ovest della Siria, durante gli scontri tra lui stesso ed uomini armati a Deraa, durante la divisione del bottino rubato e gli aiuti finanziari inviati dai paesi occidentali.
Allo stesso modo, si deve ricordare, secondo i media "alternativi" che 5.000 terroristi devrebbero essere inviati in Siria, in virtù di un "accordo segreto" tra l'Occidente e l'Arabia Saudita. L'accordo prevede come capo di questo esercito di terroristi, Tariq al-Fadhli, un leader del ramo yemenita di Al Qaeda, un gruppo indicato come terrorista da Washington
Questo leader terrorista, un compagno di Osama bin Laden, sarà il responsabile del comando dei "5000 jihadisti" che provengono dalle città yemenita di Zinjibar e Ja'ar del sud dello Yemen. Ciò spiegherebbe il "ritiro improvviso di uomini armati dalla regione dello Yemen Abyan" , hanno segnalato i media citati, le cui informazioni sono state riprese dal canale Russia Today. Il quotidiano The New York Times ha recentemente ricordato che al-Fadhli "è uno dei più pericolosi terroristi del Yemen".

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Interessantissimo articolo, anche per le fonti "autorevoli" e a volte insospettabili del cosiddetto "complottismo"...in pratia è una continua riedizione di ciò che si è visto nel maxu false flag dell'11/9 e con l'utilizzo di milizie straniere spacciate per combatttenti della libertà dalla Libia alla Siria, dalla Cecenia al Maghreb...

Giuditta ha detto...

Purtroppo e' cosi'! :(

Archivio blog