"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

La fabbricazione delle "pandemie" dal 1918 ai nostri giorni. Seconda parte


La fabbricazione delle "pandemie" dal 1918 ai nostri giorni. Prima parte.

del Dr. A. True Ott, PhD, ND 23/08/09.
Traduzione di Giuditta

Caso n°3: Furono consapevolmente aggiunti in "vaccini contro l'epatite", vari virus patogeni e cellule cancerogene e furono inoculati in migliaia di omosessuali e tossicodipendenti per via endovenosa nei centri delle città dell'America con la conseguente "epidemia di AIDS" negli anni '80; e durante anni e anni di test nelle popolazioni africane?

Caso n°4: Fu nel 1976 che fu perpetrato la truffa e il fiasco della "influenza suina".
Un soldato svenne a Fort Dix, e morì dopo aver avuto una violenta reazione ad un vaccino "sperimentale", mentre era sfinito da un esercizio fisico intenso, una "marcia forzata".

Immediatamente il CDC (Centers for Disease Control) entrò in azione e dichiarò che potevano attendersi un focolaio di influenza suina in tutta la nazione.
Per "fortuna" il CDC era, guarda caso, in possesso di uno stock di oltre 200 milioni di dosi di vaccino contro l'influenza suina preparata con virus vivi attenuati e coadiuvanti sperimentali.
Il presidenteGerald Ford, che come è stato dimostrato, aveva legami con la Big Pharma e con i laboratori segreti di armi batteriologiche di Nixon, si fece vaccinare diligentemente in TV... e 40 milioni di vaccini furono poi somministrati alle ingenue cavie umane americane.
Una valanga di malattie autoimmuni (sindrome di Guillain Barre e lupus, ecc.) nonché un  gran numero di morti furono immediatamente collegati al vaccino e la campagna di immunizzazione di massa fu  fermata. (Che fine fecero gli altri 160 milioni di dosi di vaccino?)
Nel 1979 il programma televisivo "60 Minuti" dedicò un documentario investigativo su questa parodia-scandalo.
Contro qualsiasi logica, dopo le minacce della Big Pharma, questo imparziale programma sarà trasmesso una sola volta.
Non vi fu nessun seguito, nessuna incriminazione, né processo, né giudizio!
Quindi l'America ha in gran parte dimenticato lo scandalo dell'influenza suina. del 1976.
Clicca qui per il video: 1a parte e 2 parte

Cas n°5: Durante la prima guerra del Golf, operazione Desert Storm, un vaccino sperimentale contro l'antrace fu somministrato obbligatoriamente a 140.000 soldati che facevano parte delle truppe di sostegno Echelon.
Questo vaccino sperimentale conteneva un coadiuvante olio-in acqua chiamato squalene (alias MF-59 della Novartis).
Nonostante i numerosissimi studi condotti presso i laboratori di ricerca di prestigio come quelli di UCLA, che ne avevano dimotrato il pericolo e la tossicità, l'élite militare US acconsentirono alle iniezioni sperimentali.
La conseguenza fu che 140.000 soldati svilupparono la  cosiddetta "Sindrome della Guerra del Golfo".
Questo sordido affare è spiegato in un libro, onesto e credibile, "Vaccine-A" di Gary Matsumoto.

TUTTE LE "PANDEMIE" MODERNE SONO CAUSATE DAI VACCINI

Come l'ha ripetuto molte volte l'autore di questo articolo durante alcune interviste radiofoniche, la pandemia influenzale del 1918 è stata il risultato diretto dei vaccini obbligatori (virus vivi) contro la febbre tifoide, che furono somministrati ai militari degli Stati Uniti e agli alleati durante la Prima Guerra Mondiale.
A quell'epoca i virus erano ancora sconosciuti e si pensava che la malattia  fosse di un origine batterica.
Questi vaccini mortali contro la febbre tifoide furono fabbricati dai laboratori di ricerca di John D. Rockefeller, e in fabbriche farmaceutiche cinesi.
I ceppi del vaccino consistevano in virus raccolti su pazienti affetti da febbre tifoide, iniettati in interi allevamenti di suini al fine di creare un maggiore "stock di sementi". Questi prodotti furono poi iniettati in uova di polli e tacchini per consentire l'incubazione degli agenti patogeni.
Il prodotto finale fu poi iniettato nelle vene di centinaia di milioni di persone.
Seguì un enorme pandemia che prese la vita di 50 milioni di persone in tutto il mondo.
Nel 1918 la pandemia virale fu attribuita a quello che potremmo chiamare un'errore involontario: il risultato della combinazione di un cattivo vaccino e l'ignoranza totale dei virus e le malattie che provocano.
Tuttavia, il continuo rifiuto di questi fatti è imperdonabile, e che questi virus mortali siano attualmente geneticamente manipolati nei laboratori  Ft. Detrick (1997-2003) costituisce un vero e proprio crimine contro l'umanità.
Continua...

0 commenti:

Archivio blog