"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Bruxelles vuole il controllo totale dei bilanci degli Stati membri!


La notizia del giorno:  L'Unione Europea propone di sottomettere i bilanci nazionali preventivamente all'approvazione dell'Unione europea. Una proposta così enorme che molti paesi stanno prendendo le loro distanze da una tale sfida all'indipendenza nazionale degli Stati membri. 

Crisi: Ue propone controllo su manovre di bilancio degli stati

11 Maggio 2010, 19:48 - Economia
BRUXELLES – La Commissione Ue avrebbe proposto un sistema di controllo preventivo sulle manovre di bilancio e le riforme strutturali degli Stati membri. L'obiettivo – spiega Bruxelles – è quello di individuare 'ex–antè le incoerenze con gli orientamenti di politica economica e di bilancio dettati dalla Ue e gli elementi che rischiano di aumentare gli squilibri macroeconomici all'interno dell'Euro zona. (RCD)

Ue, oggi nuovo patto di stabilità. Barroso: sanzioni cruciali 

BRUXELLES - 'Sorvegliati speciali': non solo i Paesi attualmente considerati più a rischio, ma tutti gli Stati del club di Eurolandia, accomunati - chi più chi meno - da finanze pubbliche rese fragili dalla crisi economica e finanziaria più grave che si ricordi. Questa - dopo il varo del piano salva-Grecia e del maxi-piano per stabilizzare la zona euro - la strada che la Ue si appresta ad imboccare. Con una svolta 'rigorista' del Patto europeo di stabilità e di crescita annunciata dai leader dell'Euro zona e che oggi compirà i sui primi passi con la presentazione di una proposta della Commissione UE. La proposta - che secondo Bruxelles può essere realizzata senza modifiche dei Trattati UE - prevede: di rafforzare la vigilanza preventiva sulle manovre di bilancio e sulle riforme strutturali degli Stati membri; di rendere vincolante il parametro sul debito pubblico oltre a quello sul deficit; di sanzionare i Paesi poco virtuosi; di creare un meccanismo permanente di risoluzione delle crisi e di potenziare il controllo di Eurostat sulla veridicità delle statistiche nazionali.

0 commenti:

Archivio blog