"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

Embrioni con sistema di identificazione individuale.

© DR

I ricercatori del Dipartimento di Biologia Cellulare, Fisiologia e Immunologia presso la Universitat Autònoma de Barcelona (UAB), in collaborazione con ricercatori dell'Istituto di Microelettronica di Barcellona (IMB-CNM) della Spanish National Research Council (CSIC), hanno sviluppato una identificazione di ovociti ed embrioni, in modo che ciascuno di essi possa essere marcato usando codici a barre di silicio. 

I ricercatori stanno ora lavorando per perfezionare il sistema e presto lo prova con ovociti ed embrioni umani.

Titolo originale:
Traduzione di Giuditta.
 
"Il risultato di questa ricerca potrebbe migliorare l'efficienza della fecondazione in vitro e delle procedure di trasferimento degli embrioni."

Ricordate la scena in Blade Runner in cui Harrison Ford bracca un "replicante" con l'aiuto di un unico indizio: una squama di serpente? Ma non una scaglia di un ofide, poiché il replicante è un serpente artificiale e il costruttore è identificato da un microscopico numero di serie, su ogni squama.
Fantascienza?
L'ovulo umano osservato nel liquido follicolare,
la zona pellucida è il cerchio bianco
Non più: i ricercatori dell'Universitat Autònoma di Barcelona hanno sviluppato un sistema di identificazione di embrioni di topo, utilizzando codici a barre microiniettati nello spazio perivitellino regione situata tra la membrana cellulare e la zona pellucida - la membrana plasmatica dell'uovo nei mammiferi).

Quando penetra nell'utero, l'embrione lascia la zona pellucida, e il codice a barre è eliminato. Durante questa fase, gli scienziati hanno osservato qualche difficoltà che alcuni embrioni hanno avuto nello sbarazzarsi della loro "etichetta".
Lo scopo di questo sistema è quello di aumentare l'efficienza della fecondazione in vitro e le procedure di trasferimento dell'embrione: se le cellule e gli embrioni possono essere rapidamente e facilmente identificati, il tasso di successo degli impianti dovrebbe aumentare, secondo i ricercatori. Gli embrioni analizzati hanno mostrato una crescita normale fino alla fase precedente all'impianto. Il Dipartimento Salute della Catalogna ha dato la sua approvazione perché il metodo sia testato su ovociti ed embrioni  umani di numerose cliniche della fertilità spagnole.
Click!

1 commenti:

Alba kan. ha detto...

OT
Ciao Giuditta,
non ho parole…avevo firmato questa petizione l’anno scorso, ed ora mi arriva la mail dove si dice che sono state raccolte solo 4500 firme!
E’ incredibile, quanti blogger si affannano a parlare e sparlare di debito e signoraggio, eppoi non hanno il tempo di ricordare e sostenere un uomo che è morto per questo!
Per favore fai girare:
http://thomassankara.net/spip.php?article878&lang=it

Fai girare, se vuoi fai un post o metti un banner…io ne ho fatto uno apposta...

Grazie a presto

Archivio blog