Polmonite interstiziale come complicazione del vaccino antinfluenzale



Sebbene il vaccino antinfluenzale sia relativamente sicuro ed efficace, in rari casi possono svilupparsi gravi complicazioni. Abbiamo riscontrato due casi di polmonite interstiziale che si sono sviluppati dopo la vaccinazione durante la stagione influenzale 2014-2015. Complessivamente, nove casi, inclusi i due presentati qui, sono stati registrati in PubMed e nella biblioteca Cochrane; otto pazienti sono stati trattati con corticosteroidi e tutti e nove sono sopravvissuti, suggerendo una buona prognosi. La polmonite interstiziale è rara; tuttavia, abbiamo riscontrato un aumento della sua incidenza dopo il 2009. Pertanto, i medici devono essere consapevoli della possibilità di questa complicazione ed educare debitamente tutti i pazienti in anticipo.

Gli individui in tutto il mondo ricevono il vaccino antinfluenzale perché riduce l'incidenza dell'influenza e il rischio di complicanze più gravi correlate all'influenza (1,2). Sebbene la sicurezza e l'efficacia di questo vaccino siano ben note, la polmonite interstiziale può occasionalmente verificarsi come una complicazione. Descriviamo qui due casi di polmonite interstiziale secondaria al vaccino influenzale stagionale 2014-2015, che conteneva l'antigene A (H1N1) pdm09-like e presentiamo una revisione di casi simili riportati.

I due pazienti studiati:


Nel dicembre 2014, una donna giapponese di 71 anni si è presentata con tosse secca e grave e dolore al petto sinistro. Aveva ricevuto il vaccino antinfluenzale stagionale in un'altra clinica 36 giorni prima di visitare la nostra clinica e la reazione del sito di iniezione locale era lieve. Il giorno seguente sviluppò una tosse secca e gradualmente peggiorò. Due giorni prima della prima visita, ha sviluppato dolore al petto sinistro. La sua storia medica ha rivelato diabete mellito e dislipidemia ben controllati. Aveva subito la nefrectomia destra per la tubercolosi renale 37 anni fa ed era stata prescritta rosuvastatina e linagliptin negli ultimi 12 mesi.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Nel novembre 2014, un giapponese di 67 anni in precedenza sano presentava una tosse secca e dispnea da sforzo. Aveva ricevuto il vaccino contro l'influenza stagionale in un'altra clinica 41 giorni prima di visitare la nostra clinica, e la reazione del sito di iniezione locale era lieve. Sei giorni dopo, ha sviluppato una febbre di basso grado, affaticamento generale e tosse secca, che è gradualmente peggiorata. Nove giorni prima del ricovero, ha visitato una clinica ambulatoriale con una tosse grave e in progressivo peggioramento. Il roentgenogramma toracico ha rivelato infiltrazioni nello spazio aereo irregolare in entrambi i suoi polmoni. La claritromicina somministrata a 400 mg / die per 5 giorni era inefficace. La sua dispnea da sforzo è gradualmente peggiorata ed è stato indirizzato alla nostra clinica ambulatoriale per ulteriori valutazioni.
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Conclusioni:

I nostri risultati suggeriscono che i clinici dovrebbero essere consapevoli della possibilità di polmonite interstiziale come complicazione del vaccino antinfluenzale, porre domande chiuse sulla vaccinazione durante le interviste mediche ed educare i pazienti su questa complicazione, poiché faciliteranno l'individuazione e il trattamento precoci. Sebbene la sicurezza di questo vaccino sia stata confermata, farmaci relativamente più recenti giustificano ulteriori indagini per confermare la loro associazione con la polmonite interstiziale.

Commenti

Post popolari in questo blog

Semi di albicocca contro i tumori

Elenco dei prodotti israeliani da boicottare

Mio figlio ha sempre cerchi scuri sotto gli occhi, perché?

Vaccino obbligatorio? Cosa fare per neutralizzarlo.

Romina Power: "Dico no ai vaccini e vi spiego perché"

Chemtrails. Chiudono la bocca alla vera informazione