"Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l'UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME.
Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l'UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME.
Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l'inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso.
Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l'eternità."

India. Censimento biometrico di milioni di persone.


Condoleezza Rice alle Nazioni Unite nel 200566
Un database biometrico in India solleva seri interrogativi: milioni di persone sono già passate attraverso il "censimento biometrico"
traduzione di Giuditta per TUTTOUNO.

Ci siamo: 
"Inoltre obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte. Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza, calcoli il numero della bestia, perché è un numero d'uomo; e il suo numero è seicentosessantasei"
(Apocalisse 13:16-18)
Il governo indiano ha accumulato un database di impronte digitali, foto digitali dell'iride e del viso, misurazioni biometriche associate ai nomi, indirizzi e date di nascita di 200 milioni di abitanti indiani. Tuttavia, questa vasta raccolta di dati personali è una goccia rispetto al volume di dati che il governo intende raccogliere..
"L'Autorità di identità dell'India" (UIDAI), l'organizzazione che gestisce il censimento biometrico "Aadhaar", si propone di acquisire e memorizzare i dati personali ei dati biometrici per ciascuno dei 2 miliardi di abitanti. Tutti i cittadini registrati ricevono un numero di identificazione univoco a 12 cifre e una carta d'identità correlata ai dati.
Una volta completato, il sistema "Aadhaar" ha la capacità di archiviazione dati 10 volte la capacita' di Facebook. Anche se è "facoltativo" registrarsi nel database, il programma è la base per nuove applicazioni che facilitano le transazioni bancarie e l'acquisto di beni e servizi.
Coloro che non fanno parte del programma di identificazione potrebbero incontrare delle difficoltà a partecipare a transazioni e acquisti nella vita quotidiana.  
L'India ha il più grande sistema di identificazione biometrica mondiale e pone seri interrogativi sulla riservatezza delle informazioni e la discriminazione dei cittadini che non si iscrivono al programma. 

"Aadhaar" ha l'ambizione di aiutare i poveri nelle zone rurali, una gran parte della popolazione che non ha un accesso affidabile ai servizi pubblici. Secondo i funzionari del governo, se potessimo integrare un numero univoco per ogni neonato, i servizi potrebbero essere migliorati. Una volta registrato, in seguito sarebbe più facile per lui acquistare, o fare transazioni bancarie, ecc.
Per saperne di più (Inglese):

Leggi anche:

0 commenti:

Archivio blog